Home Cinema Coronavirus: Netflix e YouTube si impegnano ad alleggerire la rete internet

Coronavirus: Netflix e YouTube si impegnano ad alleggerire la rete internet

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:44
CONDIVIDI

Anche Netflix e YouTube sono dovute correre ai ripari dopo l’esponenziale sovraccarico dei dati derivanti dall’emergenza Coronavirus. Ecco cosa cambia.

youtube non funziona down
YouTube

Il Coronavirus sta incidendo pesantemente sulle abitudini delle persone, infatti non potendo uscire di casa e non potendo condividere di presenza alcun momento della vita quotidiana con amici e parenti, tutti stanno facendo di internet un uso più consistente del solito con un conseguente sovraccarico della rete internet che ha portato la Commissione Europea a chiedere che vengano adottate delle misure atte a limitare il sovraccarico delle infrastrutture susseguente alla pandemia da Coronavirus.

POTREBBE INTERESSARTI: CORONAVIRUS, ALESSANDRO HABER: LE PESANTI CONSEGUENZE

Ne consegue che YouTube e Netflix hanno deciso di sospendere l’hd del loro streaming, abbassando lo standard di qualità.

Coronavirus: come Netflix e YouTube affrontano l’emergenza

sandman serie tv Netflix
Netflix

Questa decisione sicuramente andrà a discapito soprattutto degli abbonati a Netflix, tra i quali una gran parte paga un prezzo maggiorato proprio per fruire della visione in alta definizione di film e serie tv (infatti sono previste due tipologie differenti di abbonamento: una da 12 euro, che prevede l’hd, un’altra da 16 euro che prevede invece l’ultra hd). Occorrerà dunque capire come la Netflix deciderà di comportarsi nei confronti di quest’ultima categoria di abbonati. La piattaforma si è impegnata a ridurre per 30 giorni in tutta Europa la quantità di bit di trasmissione, con il conseguente alleggerimento del 25% dell’impatto sulle reti europee.

POTREBBE INTERESSARTI: NEXT, TRAILER E TRAMA DEL FILM CON NICHOLAS CAGE SU ITALIA 1

L’iniziativa è stata lodata da Bruxelles, il Commissario Breton ha fatto infatti sapere di apprezzare: “La forte responsabilità dimostrata da Pichai e Wojcicki“.

Dal canto suo, Google, tramite un suo portavoce, ha fatto sapere: “Ci impegniamo a trasferire temporaneamente tutto il traffico sulle reti europee alla definizione standard in modo predefinito e continueremo a lavorare con i governi degli Stati membri e gli operatori di rete per ridurre al minimo lo stress sul sistema, offrendo al contempo una buona esperienza agli utenti”, che ha poi precisato che, dall’inizio dell’emergenza dovuta al diffondersi del Coronavirus, YouTube ha registrato solamente alcuni picchi di utilizzo.