Home Televisione Fabrizio Ravanelli: “Ho sofferto di solitudine”

Fabrizio Ravanelli: “Ho sofferto di solitudine”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:21
CONDIVIDI

Fabrizio Ravanelli si è raccontato a Vieni Da Me da Caterina Balivo dove ha dichiarato di aver sofferto quando era giovane di solitudine: l’aneddoto.

fabrizio ravanelli
fabrizio ravanelli

Fabrizio Ravanelli ha avuto una carriera a dir poco straordinaria nel mondo del calcio. Tutti noi lo ricordiamo non solo con la maglia della Juventus ma anche con quella della Nazionale di calcio, l’Italia, dove ha raccolto tantissimi successi.

La sua carriera, però, non è mai stata semplice sempre e comunque. L’uomo, che si è commosso moltissimo quando ha visto delle immagini del suo papà venuto a mancare, ha svelato un aneddoto di quando, da giovanissimo, ha dovuto lasciare casa per intraprendere la sua carriera.

“Quando mi sono trasferito da Perugia ad Avellino ho vissuto tanta solitudine. Lasciare casa a 18 anni, da solo, senza i propri cari, non è stato facile. Quella esperienza, però, mi ha fatto diventare davvero uomo.”

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE: Fabrizio Ravanelli, Vieni Da Me: retroscena sulla sua esultanza

Fabrizio Ravanelli, Vieni Da Me: “Ho sofferto di solitudine”

fabrizio ravanelli esultanza
fabrizio ravanelli esultanza

Partire, lontano da casa, da giovanissimo non è stato affatto semplice per lui che ha dichiarato di aver sofferto molto la solitudine, lontano da casa, dalla mamma, dagli amici e dai suoi affetti.

Alla fine, però, ne è valsa la pena dal momento che è riuscito a diventare un grandissimo campione ancora oggi molto amato. Umile, professionale e dal grande cuore: questo e molto altro è Fabrizio Ravanelli, una vera e propria leggenda che tutti i veri tifosi della Juventus e dell’Italia non potranno mai dimenticare.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE: Lara Casoni moglie Fabrizio Ravanelli: come si sono conosciuti?