Home News Loretta Goggi contro l’alzheimer: “Si è spenta lentamente”

Loretta Goggi contro l’alzheimer: “Si è spenta lentamente”

Loretta Goggi contro l’alzheimer: la triste storia familiare l’ha spinta a prestarsi in un film. Ecco cosa pensa e quali sono i suoi obiettivi.

Loretta Goggi contro l'alzheimer

Loretta Goggi è un’artista di grande talento e sensibilità. Non sorprende che si sia prestata a girare un film per incentivare uno sguardo profondo sull’alzheimer.

Anche lei, come molte famiglie in Italia, ha avuto un parente che ne ha sofferto, racconta la sua esperienza e adduce quali siano le cause che fanno affiorare la malattia.

Loretta Goggi contro l’alzheimer, il corto che fa riflettere

Loretta Goggi e sua sorella Daniela hanno deciso di prendere parte a Sogni, il corto a opera di Angelo Longoni per sensibilizzare sull’alzheimer. Il regista ha deciso di raccontare della malattia dopo aver avuto un’esperienza con sua zia.

“Avevo una zia che soffriva di alzheimer. Quando parlavo con lei avevo la sensazione di non essere io per lei ma qualcun altro. È una sensazione incredibile” ha spiegato Longoni a Avvenire.it.

Anche le sorelle Goggi sono rimaste scottate da un’esperienza in famiglia. In questo caso è stata loro cugina a essere stata colpita dalla malattia. “Ha perso la memoria e con essa la voglia di vivere. Nei suoi ultimi istanti ha riconosciuto solo il marito che si è occupata di lei notte e giorno” ha affermato Daniela, emozionata di aver recitato dopo tanti anni.

Loretta conferma quanto detto dalla sorella e aggiunge: “Se ne è andata spegnendosi lentamente. Non si può tollerare. Ci si riesce solo se si crede. Io sono una persona apparentemente forte ma estremamente fragile”. Confessa che è stata la fede ha darle la giusta forza per superare le avversità della vita.

Secondo l’attrice la malattia affiora in quelle persone che hanno subito grandi stress e sofferenze che non si è mai riusciti a dimenticare del tutto.

Ha fatto questa ipotesi dopo essersi confrontata con varie persone che hanno avuto familiari affetti da alzheimer e avevano tutti in comune queste caratteristiche.