Home Personaggi Paolo Rossi com’è morto il campione? Una lunga malattia

Paolo Rossi com’è morto il campione? Una lunga malattia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:32

Com’è morto Paolo Rossi? Il campione è stato uno dei simboli del calcio italiano, consacrato tra i miti dello sport grazie ai mondiali del 1982 e ai suoi incredibili goal.

La morte dell’ex calciatore ha sconvolto tutti nel 2020, quando se n’è andato a 64 anni. Il suo ricordo, però, è indelebile e non verrà mai cancellato dalla storia dello sport.

paolo rossi
foto Ansa

Paolo Rossi era originario di Prato e qui aveva iniziato a giocare prestissimo, all’età di 9 anni. Il calcio è sempre stato una passione della sua famiglia: il padre Vittorio giocava nel Prato e anche il fratello maggiore era entrato nella squadra giovanile della città.

La sua carriera calcistica di successo si è svolta, per lo più, nella Juventus dove ha militato per anni, portando a casa diversi trofei tra cui la Coppa dei Campioni. Nel percorso di Rossi, però, non sono mancati anche degli intoppi come la sua squalifica a causa del coinvolgimento nel Calcioscommesse. Nonostante questo scandalo l’allenatore della Nazionale Enzo Bearzot ha deciso di convocarlo per i Mondiali del 1982. Qui Paolo è entrato nella storia grazie ai suoi sei goal che hanno contribuito a portare l’Italia alla vittoria.

Rossi se n’è andato nel 2020, ma il suo ricordo rimarrà indelebile nella storia del calcio e dello sport. Com’è morto?

Paolo Rossi, com’è morto il campione? Una grave malattia

L’ex calciatore si è ritirato dal gioco nel 1987 e da allora lo abbiamo visto ricoprire diversi ruoli. È stato opinionista presso molti programmi sportivi e, nel 2011, si era anche messo alla prova come concorrente di Ballando con le Stelle. Da qualche anno era tornato a vivere in Toscana, nella Valdambra, dove aveva aperto un agriturismo.

Rossi, purtroppo, si è poi ammalato: è stato colpito da un tumore ai polmoni. La sua malattia è stata tenuta nel riserbo, fino a quando se n’è andato a Siena mentre era ricoverato nell’ospedale Le Scotte. Paolo lottava da anni contro questo male ed era anche stato operato qualche mese prima della sua morte.

Dal 2010 si era sposato con la giornalista Federica Cappelletti, dalla quale aveva avuto due figlie. Con la moglie aveva un rapporto bellissimo ed erano molto complici, nonostante avessero 16 anni di differenza d’età. Lei gli è stata vicina fino all’ultimo giorno, rivelando quali sono state le sue ultime parole.

Molti sono stati gli omaggi letterari e televisivi alla figura del campione, che è stato anche uno dei pochissimi calciatori italiani a vincere il Pallone d’oro. A breve uscirà nelle sale cinematografiche anche un documentario sulla sua vita, diretto da Walter Veltroni: “È stato tutto bello- Storia di Paolino e Pablito”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo