Home Musica Ricordate i Dear Jack? Ora non esistono più, ecco che fine hanno...

Ricordate i Dear Jack? Ora non esistono più, ecco che fine hanno fatto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:13

I Dear Jack sono riusciti a riscuotere un certo interesse. Nel corso del tempo, alcune cose sono cambiate. Li ricordate? Ecco che fine hanno fatto.

Amici ha dato la possibilità a molti artisti di emergere. Nel 2013, grandi protagonisti furono i Dear Jack. Una band che dimostrò una certa bravura. Cosa che li portò ad avere molti fan che li hanno seguiti e apprezzati. Nel 2015 riuscirono anche ad andare al Festival di Sanremo. Ma qualcosa si ruppe.

Dear Jack
Fonte foto: Ansa

Dopo la manifestazione canora, Alessio Bernabei annunciò l’addio alla band. Così da proseguire la sua carriera da solista. Il cantante, inoltre, svelò anche i motivi della decisione. Alla base della rottura una serie di incomprensioni con gli altri membri della band. Insomma, la misura era colma e così hanno deciso di dividere le proprie strade.

La band, però, continuò ad essere presente e viva nella scena musicale. Anche se, il loro successo si è poi affievolito nel corso del tempo. Ma ora è arrivata una notizia che ha stupito tutti i fan della band vista ad Amici nel 2013. Una notizia che, a tratti, potrebbe apparire spizzante. Ecco che fine hanno fatto.

Dear Jack oggi, la rivoluzione della band: la notizia che molti attendevano

In certi casi, il ritorno alle origini non è la soluzione giusto. Per questo motivo, Alessio Bernabei, Francesco Pierozzi, Alessandro Presti e Riccardo Ruiu hanno deciso di riprovarci. Non con il nome di Dear Jack ma come Follya. La ripartenza della band, quindi, è fortemente segnata da uno stravolgimento totale. All’appello, però, manca Lorenzo Cantarini, ai tempi chitarrista della band.

In occasione dell’MSC Battiti Live 2022, la band ha fatto la sua prima apparizione sotto questa nuova veste. Lo hanno fatto con il brano Morto per te. Un brano, come svelato dalla stessa band, che si lega all’amore che supera ogni limite sfociando nella dipendenza. Così, morire per amore vuol dire rinascere imparando dagli errori passati così da vivere meglio il presente. Un testo che aiuta a riflettere su certe relazioni così da essere consapevoli da mettere fine alla storia e, di conseguenza, salvarsi.

Insomma, i Dear Jack non ci sono più ma i musicisti hanno voluto riprovarci. La prima canzone è stata accolta molto favorevolmente. Molti utenti, infatti, hanno sottolineato una sorta di ritorno alle origini. Dunque, possiamo salutare i Dear Jack dando il benvenuto sulla scena musicale italiani ai Follya. Vedremo, a questo punto, cosa i Follya porteranno alla musica italiana. Di certo, quando accaduto all’MSC Battiti Live, ha riacceso una fiamma in tanti affezionati. Una fiamma che, almeno fino a qualche giorno fa, appariva sopita.