Home Personaggi Andrea Bocelli perché è cieco? La malattia e l’incidente di molti anni...

Andrea Bocelli perché è cieco? La malattia e l’incidente di molti anni fa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:21

Malattia Andrea Bocelli, perché è cieco? Il cantante ha perso totalmente la vista molti anni fa ecco cosa gli è successo.

andrea bocelli perché cieco
Andrea Bocelli (Getty Images)

Andrea Bocelli perché è cieco? Il suo è un problema congenito ma un evento ha fatto sì che perdesse interamente la vista.

L’artista è ormai famoso in tutto il mondo e la sua carriera non potrebbe essere più appagante e soddisfacente. La musica è il suo dono più grande insieme alla sua famiglia: Andrea ha tre bellissimi figli, i maggiori sono nati dal suo primo matrimonio con Enrica Cenzatti.

Bocelli ha sposato la prima moglie nel 1992 e da lei ha avuto Amos e Matteo, mentre la piccola Virginia è nata nel 2012 dalla relazione con Veronica Berti, che poi ha sposato due anni dopo. L’uomo ha sempre spiegato di sapere benissimo come sono fatti i suoi figli grazie al suo “nuovo senso” che ha sviluppato da quando è diventato totalmente cieco. Ma com’è accaduto?

Malattia Andrea Bocelli perché è cieco? È successo anni fa

Il cantante è nato in una piccola frazione di Pisa il 22 settembre del 1958 e, nonostante la sua passione per la musica, non è stato incoraggiato molto dai suoi genitori a seguire questa strada. Appena nato Andrea ha subito manifestato i sintomi del glaucoma congenito ed è stato sottoposto a varie cure e operazioni chirurgiche.

La sua vista è peggiorata sempre di più e, a 6 anni, è stato mandato a studiare in un collegio per imparare il Breille, quando aveva già imparato a scrivere con i caratteri. Fino ai 12 anni, ha raccontato Bocelli, ancora riusciva vedere ombre e sagome poi però, a quell’età, ha ricevuto una pallonata sugli occhi che lo ha reso del tutto cieco.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE -> Veronica Berti e Andrea Bocelli, il retroscena dietro il loro primo incontro

La sua cecità non è mai stato motivo di resa da parte sua e Andrea, che, dopo il diploma, ha continuato gli studi laureandosi in giurisprudenza a Pisa, continuando a coltivare gli studi musicali. Nonostante la famiglia preferisse, per lui, una carriera del mondo della legge, Bocelli ha fatto la sua gavetta come cantante, esibendosi da giovane nei piano bar e nei cori della chiesa. La sua perseveranza è stata ripagata ed è arrivato il successo nel 1993 con Miserere, cantata insieme a Zucchero e poi l’anno successivo con la vittoria a Sanremo.