Home Cinema Russell Crowe, quell’aggressione che gli costò quasi la carriera

Russell Crowe, quell’aggressione che gli costò quasi la carriera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:43

Attore tra i più amati di Hollywood, Russell Crowe è rimasto nella storia per il film Il gladiatore. Nel suo passato un brutto episodio che poteva avere dei risvolti davvero negativi per il suo futuro.

Russell Crowe
Russell Crowe (Getty Images)

Russell Crowe, classe 1964, è un attore neozelandese di grandissima fama, molto amato dal pubblico. Indimenticabile la sua interpretazione nel ruolo di Massimo Decimo Meridio nel film Il gladiatore, che è stato diretto nel 2000 dal regista Ridley Scott. Grazie a questo ruolo Crowe ha anche ottenuto un prestigioso riconoscimento, in quanto si è aggiudicato un Premio Oscar come miglior attore protagonista. Ma i riconoscimenti per lui non sono finiti qui, e infatti anche per il film A Beautiful Mind si è aggiudicato un Golden Globe e un premio BAFTA.

Moltissimi i film a cui ha preso parte e che lo hanno portato al successo tra cui da citare L.A. Confidential, A Beautiful mind, American Gangster, Robin Hood, Padre e figlie. Dell’uomo si è parlato però anche molto dei suoi lati d’ombra, e in particolare di un episodio che l’ha portato quasi rischiare la sua carriera da attore.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Russell Crowe è morto? Paura dopo la caduta dalla montagna

Vita privata di Russell Crowe, tutti i suoi amori

Come sempre uno degli aspetti che interessano maggiormente è quello legato alla vita privata. Da raccontare ad esempio nel passato moroso di Russell Crowe c’è stata una storia d’amore che ha appassionato anche i fan dell’attore e che ha avuto nel 2000 con l’attrice Meg Ryan. I due a quanto pare si erano conosciuti sul set di un film, Rapimento e riscatto, ed è scoppiata una passione travolgente. Per lui infatti pare che addirittura Meg Ryan aveva lasciato il proprio marito Dennis Quaid, con cui aveva avuto una lunga relazione di 8 anni. La storia con Crowe però non durò, e già prima dell’uscita delle sale cinematografiche del film in Italia, nel marzo del 2001 era già terminata la loro relazione.

Nel 2003 invece Crowe ha sposato Danielle Spencer, una cantante australiana, con cui ha costruito anche una famiglia. Dalla loro unione infatti sono nati ben due figli, nel dicembre 2003 Chad Spencer Crowe, e nel luglio del 2006 Tennyson Spencer Crowe. Anche questa storia d’amore però a quanto pare non riuscì a durare e i due si sono poi separati nel 2012 e hanno ottenuto invece il divorzio nel 2018.

Chi è la nuova fidanzata di Russell Crowe?

La situazione sentimentale attuale di Russell Crowe a quanto pare è nuovamente rosea e infatti già dal novembre del 2020 il Daily Mail UK ha parlato di una frequentazione tra l’attore e Britney Theriot, agente immobiliare. Sembra che la storia tra i due sia davvero importante e seria, tanto che circola già da tempo una notizia che vorrebbe Crowe sul punto di fare una proposta di fidanzamento alla donna. Di lei non si sa molto, ma spicca già una grande differenza di età, in quattro Crowe ha 57 anni, e la donna ne ha 30. Sembra inoltre che per lei abbia deciso di rivoluzionare il suo aspetto fisico rimettendosi in forma, dopo essersi appesantito notevolmente negli ultimi anni.

L’aggressione che ha messo a rischio la sua carriera

Nella passato dell’attore Russell Crowe We spunta un dettaglio che getta un’ombra sull’immagine dell’uomo. Nel 2005 infatti è stato addirittura arrestato per aver aggredito un impiegato di un albergo dove alloggiava. L’episodio è avvenuto a Manhattan al Mercer Hotel di Soho, dove si trovava all’epoca durante la promozione del film A Cinderella Man a cui aveva preso parte. Secondo quanto riportato dal Corriere.it, Crowe verso le 4 del mattino aveva deciso di chiamare la propria moglie Danielle e il figlio che si trovavano in Australia. A quanto pare però il telefono che aveva nella sua stanza d’hotel non funzionava e per questo motivo aveva chiesto aiuto al personale dell’albergo.

Era arrivato dunque in suo soccorso Nestor Estrada, che però purtroppo non riuscì a quanto pare a riparare il guasto e proprio per questo motivo pare che l’attore fu colto da uno scatto di rabbia, che lo portò a lanciare sul viso di Estrada la cornetta del telefono e poi addirittura un vaso. Verso le 4:30 dunque l’attore fu arrestato per aggressione, mentre il povero Estrada fu portato in ospedale e gli furono riscontrate solo alcune lesioni non gravi. Questo episodio ha rischiato davvero di mettere in crisi la carriera di Crowe, e soprattutto la sua immagine. Per evitare dunque che accadesse ciò, è stato dato un risarcimento notevole a Estrada, che fu ripagato con 15 milioni di dollari per l’aggressione subita.

Il patrimonio di Russell Crowe

Fu una cifra davvero esorbitante quella che Crowe dovette dare a Nestor Estrada per impedire che l’aggressione violenta di cui fu protagonista gli rovinasse immagine e carriera. Di certo però l’attore non sembra proprio avere problemi economici, anzi tutto il contrario. Pare infatti che addirittura che secondo il giornale People with money Crowe rientri tra gli attori più pagati al mondo. Il suo patrimonio netto infatti arriva addirittura a 185 milioni di dollari.

Non tutto rose e fiori: gli insuccessi dell’attore

Nella sua vita Crowe non ha sempre vissuto momenti di gloria, e specialmente nella prima parte della sua carriera ha vissuto periodi difficili. Dal 1990 fino al 1997 sono stati infatti numerosi gli insuccessi ai botteghini. Uno clamoroso addirittura avvenne con un film dal titolo Pronti a morire, in cui fu chiamato a partecipare addirittura da Sharon Stone, in qualità di produttrice e attrice del film. Il cast all’epoca era davvero notevole e oltre a Crowe e la Stone parteciparono anche Leonardo DiCaprio e Gene Hackman. Questo film però poi fu stroncato dalla critica e non ottenne nemmeno un grandissimo incasso ai botteghini. È stato poi nel 1997 con L.A. Confidential che Crowe riuscì a far decollare la sua carriera.

Il gladiatore, paura sul set

Secondo quanto riportato da Sky TG24, durante le riprese del film Il Gladiatore, che portò uno straordinario successo e fama all’attore, avvenne un piccolo incidente a Crowe. Nel film infatti si possono vedere in alcune scene iniziali del film in cui si vede una battaglia, alcune ferite sul volto dell’uomo. A quanto pare queste ultime non sarebbero state dovute ad intense ore di trucco scenico fatto da makeup artist professionisti, ma ad un episodio che accade realmente. Sembra infatti che è durante le riprese Crowe venne addirittura disarcionato dal proprio cavallo e cadendo fu colpito al volto da vari rami, che gli provocarono delle ferite.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Tutti i film di Russell Crowe su Netflix, i suoi titoli presenti in piattaforma

Un dolore profondo, la perdita del padre

Purtroppo nel marzo nel 2021 l’attore Russell Crowe ha vissuto un dolore molto forte a causa della morte del proprio padre Alexander Crowe, che è venuto a mancare all’età di 85 anni. L’uomo di mestiere era proprietario di un albergo in Australia. Proprio in seguito alla scomparsa del padre Russell ha anche pubblicato su Twitter un messaggio pieno di dolore, in cui ha scritto che quel giorno sarebbe stato per lui per sempre segnato dalla tristezza e che era venuto a mancare il suo bellissimo padre definito da lui “il più gentile tra tutti gli uomini”. Un colpo davvero forte per l’attore, che ha perso una delle persone più importanti della sua vita.

Un cambiamento fisico notevole, non è più lo stesso

Fin da quando è arrivato al successo si è sempre parlato di Russell Crowe come di un vero e proprio sex symbol, un uomo molto apprezzato non soltanto per le sue qualità attoriali, ma anche per quelle fisiche ed estetiche. Sempre in forma e dall’aspetto curato, è passato a sconvolgere completamente il suo look durante gli ultimi anni. È stato per le riprese del film Il giorno sbagliato, del 2020, che l’attore per esigenze di copione ha dovuto completamente cambiare il suo look. Alcune immagini infatti lo riportano notevolmente ingrassato, talmente tanto da essere irriconoscibile. Le ultime notizie però, come abbiamo già accennato più sopra, parlano della volontà di ritornare in forma, per poter fare la sua proposta di matrimonio alla attuale compagna.

Una doppia carriera

Probabilmente non saranno in molti a saperlo, ma Russell Crowe non ha portata avanti soltanto una carriera nel mondo del cinema, ma anche in quello musicale. È stato nel 1980 infatti che ha formato la sua prima band Roman Antix, insieme ad un suo amico Billy Dean Cochran. Nel 1992 i due dietro vita alla band Thirty odd Foot of Grunts, che è stata attiva fino al 2005, anno in cui Crowe decise di voler intraprendere nuove strade musicali. Inizia dunque una collaborazione con il musicista canadese Alan Doyle formando la band Ordinary Fear of God. Nel 2017 poi Crowe e Doyle crearono un’altra band gli Indoor Garden party, che ha pubblicato il disco The Musical.