Home Personaggi Antonio Giuseppe Malafarina, quell’incidente che gli ha cambiato la vita

Antonio Giuseppe Malafarina, quell’incidente che gli ha cambiato la vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:56

Antonio Giuseppe Malafarina è un giornalista e scrittore, ma è stato un incidente ad avergli cambiato radicalmente la vita.

(Fonte Foto: Instagram) ù

Giornalista e scrittore. Senza alcun dubbio è per queste due professioni che è noto Antonio Giuseppe Malafarina. L’uomo oggi sarà grande protagonista sul piccolo schermo, visto che sarà ospite di Oggi è un altro giorno, il contenitore pomeridiano in onda su Rai Uno e condotto da Serena Bortone.

Senza alcun dubbio con la padrona di casa del pomeriggio di casa Rai saranno tanti gli argomenti toccati. Nella storia dell’uomo però c’è soprattutto un qualcosa che attira l’attenzione. Fin troppo chiaro il riferimento a quell’incidente che gli ha radicalmente e totalmente cambiato la vita. Un qualcosa che non può non commuovere e non toccare. Giusto dunque entrare nel dettaglio e nello specifico di una questione così delicata.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Serena Bortone, quella frase che ha gelato tutti in diretta

Antonio Giuseppe Malafarina, il suo grande dramma: un incidente che gli ha cambiato la vita

Era infatti  il 13 settembre del 1998 quando un semplice tuffo in mare durante una vacanza in Calabria l’ha fatto diventare tetraplegico. In un primo addirittura la sua vita pare esser a forte rischio. Ma poi per lui ci sono ben quindici mesi di rianimazione, di cui tre in Francia per l’applicazione di un pacemaker diaframmatico. Antonio è comunque riuscito a tornare a casa. Una sorta di spiraglio di luce in quello che per lui è un autetnico dramma. “Nella mia storia non c’è stato il dramma dell’impatto con la disabilità. Ne ho preso coscienza e sono andato avanti. Io ero lo stesso, benché in un’altra condizione”, ha raccontato in un’intervista al sito Superando.it.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Ricky Memphis, l’incidente che gli ha cambiato per sempre la vita

Malafarina però ha cercato di cogliere l’occasione per iniziare a testare determinate cose e far fare qualche passo in avanti a chi si trovava nella stessa situazione. Ed ecco che prova e mette a punto veri e propri programmi di riconoscimento vocale per l’uso del pc a voce, ma si diploma nel ramo della contabilità. Poi diventa persino giornalista. Un incidente che gli ha cambiato la vita, ma lo scrittore, autore di Intervista col disabile, un libro scritto per far luce sulla disabilità come realtà collettiva, non si è mai abbattuto. Ed è questo a renderlo diverso.