Home Personaggi Don Mazzi e la grave malattia: “Non ho paura, ma ho ancora...

Don Mazzi e la grave malattia: “Non ho paura, ma ho ancora da fare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:50

Don Mazzi, una malattia l’ha fatto soffrire molto, mettendo in pausa i suoi progetti umanitari, com sta oggi? “Non temo la morte”.

Don Mazzi malattia
Don Mazzi

Don Mazzi, la sua malattia è migliorata? Nel 2019 ha subito un’operazione importante che lo ha costretto a fermarsi per qualche tempo. Oggi ha 91 anni e ammette di non temere la morte: come sta?

Il “prete da marciapiede”, come è stato spesso definito, sarà ospite oggi nel salotto di Domenica In, dalla sua cara amica Mara Venier che lo ha sempre accolto ben volentieri nei suoi programmi televisivi.

Don Mazzi ha compiuto 91 anni lo scorso 30 novembre ma non ha intenzione di “andare in pensione” ma continuerà a perseguire la sua missione umanitaria che lo ha portato ad aiutare i giovani in difficoltà di tutto il mondo, grazie al suo Progetto Exodus che ha aiutato migliaia di tossicodipendenti a rimettersi in piedi e a rintegrarsi nella società.

LEGGI ANCHE -> Don Mazzi, le gravi accuse a Fabrizio Corona: “La smetta”

Don Mazzi, una malattia lo ha costretto al ricovero: come sta oggi?

Don Mazzi malattia
Don Mazzi

Al prete sono state conferite tre lauree honoris causa in pedagogia, materia in cui si è specializzato, insieme alla psicopedagogia e alla psicoanalisi. D’altronde ha dichiarato all’Avvenire.it di aver voluto fare “da padre” ai giovani d’oggi, quelli più fragili, anche se lui non ha mai incontrato il suo.

Don Mazzi ha dichiarato di non aver paura della morte: “Così finalmente potrò incontrare i miei due padri: Dio Padre e il padre che ho perso troppo presto” ha detto in un’intervista con il sito.

LEGGI ANCHE -> Don Mazzi, ecco perchè si è schierato contro il Festival di Sanremo

Nel 2019 l’uomo è stato colpito da una grave malattia; gli è stato diagnosticato un tumore alla testa ed è stato operato d’urgenza nel suo ospedale di fiducia, l’Alto Vicentino, dove è stato rimosso chiururgicamente. Sono stati momenti duri per il prete, che ha dovuto sospendere la sua attività, tuttavia, è guarito perfettamente e si è detto subito pronto a ripartire con i suoi progetti umanitari.

Al momento pare sia impegnato nella costruzione di alcune scuole in Honduras e in Terra Santa, dove cristiani e musulmani possano studiare insieme. Don Mazzi, nonostante l’età avanzata, ha ancora molte energie e il suo operato non è ancora in fase conclusiva.