Home Cinema Harry Potter, l’attore rimane paralizzato: la tragedia che sconvolse il cinema

Harry Potter, l’attore rimane paralizzato: la tragedia che sconvolse il cinema

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:46

Harry Potter e i doni della morte, celebre film della saga, è stato lo scenario di un grave incidente. Scopriamo cos’è accaduto sul set. 

Harry Potter e i doni della morte - parte 1 (Film)
Harry Potter e i doni della morte – parte 1 (Film)

Harry Potter e i doni della morte, parte II, questa sera andrà in onda in prima serata su Canale 5. La seconda parte della saga inizia subito dopo aver recuperato la Coppa di Tassorosso da un Horcrux, Harry, Hermione e Ron sono pronti a ritornare sul dorso di un drago alla scuola di Hogwarts. Ma addentriamoci nel tragico incidente che è accaduto sul set del film. Tutta la troupe ha temuto il peggio.

LEGGI ANCHE —> Daniel Radcliffe, mai più nei panni di Harry Potter

Harry Potter e i doni della morte: il protagonista ha rischiato la vita

Harry Potter e i doni della morte
Harry Potter e i doni della morte

Un gravissimo incidente ha colto il protagonista del film. Ebbene, David Holmes, lo stuntman di Harry Potter, è ora costretto su una sedie a rotelle, ma scopriamo cos’è successo sul set. L’uomo, aveva soli 25 anni, quando è accaduto l’evento. Lo stuntman stava girando una scena che prevedeva un’esplosione. Dopo esser stato accuratamente imbragato è stato elevato dal suolo, ma al momento dell’esplosione l’imbracatura si è slacciata ed è stato gettato violentemente a terra. Sin da subito si capii la gravità della situazione. David al momento dell’incidente aveva dichiarato di non sentire più le gambe, poche ore dopo si seppe che aveva riportato delle lesioni al collo che l’avrebbero costretto ad una paralisi. Ma come l’ha presa la controfigura di Daniel Radcliffe?

LEGGI ANCHE —> Daniel Radcliffe, la rivelazione calda di Harry Potter

Appresa la tragica notizia la prima preoccupazione dello stuntman non fu quello di non poter camminare, bensì di non poter ballare e fare l’amore. Confessa che il momento più brutto è stato quando l’hanno messo in posizione seduta ed ha avvertito tutto il peso della testa sulle spalle. Ora l’attore grazie alla sua positività è riuscito a convivere con la sua disabilità. Però quel ricordo, come ha dichiarato David, ogni tanto gli ritorna in mente nei sogni, ma sta imparando a gestire anche questi flashback. Infine conclude dicendo che non ha permesso all’incidente di cambiare la sua prospettiva di vita.