Home Storie Gigi Proietti, il “grande rifiuto” che ha continuato a ricevere: è durato...

Gigi Proietti, il “grande rifiuto” che ha continuato a ricevere: è durato fino alla fine

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:40
CONDIVIDI

Gigi Proietti ha ricevuto un “rifiuto” per tutta la sua vita: chi l’ha dato al famosissimo attore venuto a mancare pochi mesi fa? L’aneddoto.

Gigi Proietti sepoltura
Gigi Proietti (Fonte: Getty Images)

Gigi Proietti è stato uno degli attori più amati di tutto il mondo dello spettacolo italiano: l’attore, infatti, ha lasciato un vuoto immenso da colmare da quando se n’è andato. La sua vita è ricca di aneddoti, retroscena e tantissimi insegnamenti.

Ce n’è uno in particolare che riguarda la sua vita privata, in particolar modo il rapporto con la sua storica compagna Sagitta Alter, la quale è stata l’assoluta protagonista di quello che, in tono ironico ovviamente, ha sempre definito il “grande rifiuto” nei confronti di suo marito che da qualche tempo è salito in cielo.

Ecco che cos’ha detto e, soprattutto, che cosa riguarda?

LEGGI ANCHE -> Da Gigi Proietti ad Ezio Bosso: tutti gli addii più drammatici del 2020

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Carlotta | Proietti (@carlotta.proietti)

Gigi Proietti e Sagitta Alter perchè non si sono mai sposati?

Gigi Proietti moglie
Gigi Proietti e la moglie Sagitta Alter

In molti infatti si sono sempre chiesti il motivo per il quale Gigi Proietti e Sagitta Alter non si fossero mai sposati. Questo “rifiuto” da parte della moglie, in realtà, però era condiviso anche dal noto attore romano.

Ma qual è stato il motivo dietro a questa scelta, che li ha spinti a non fare mai il “grande passo”? Molto semplice: a raccontarlo, infatti, è stata proprio la sua storica ormai ex compagna, la quale ha confessato che semplicemente non ne sentiva, lei in primis, l’esigenza.

LEGGI ANCHE -> Giorgio Panariello era malato? Il dramma dell’attore: “Dolori lancinanti”

Il loro rapporto, il loro grande amore, era così forte e speciale che non aveva bisogno di niente che lo “certificasse” tale, il loro amore era qualcosa andava oltre tutto e tutti, il rispetto e la gratitudine che l’uno provava nei confronti dell’altro.

Insomma, non c’era bisogno di fare questo grande passo del matrimonio per rendere ancora più speciale qualcosa che, di fatto, lo era già e lo sarà per sempre.