Home Cinema Lukas Gage fa un provino su Zoom, ma l’imprevisto è dietro l’angolo

Lukas Gage fa un provino su Zoom, ma l’imprevisto è dietro l’angolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:07
CONDIVIDI

Quest’estate, causa covid, il provino di Lukas Gage è stato fatto online, ma il regista si scorda il microfono accesso: commento shock

Lukas Gage

Il covid ci ha costretti a cambiare molte abitudini e anche molte dinamiche lavorative e scolastiche. Lezioni, meeting e conferenze online, ma non solo. Anche il mondo del cinema e della televisione è stato sconvolto dal virus e molti provini, pur di non essere cancellati, sono stati fatti online.

Questo è il caso anche per il giovane attore Lukas Gage, noto per aver interpretato il ruolo di Tyler Clarkson nella serie di successo “Euphoria“.

L’attore era pronto ad affrontare il provino in videochiamata su Zoom con il regista: seduto davanti alla telecamera accesa, microfoni pronti. Ma a quanto pare al regista non era chiara la situazione e non si era accorto che anche il proprio microfono fosse acceso, così inizia a parlare con un collega, convinto di non essere sentito.

LEGGI ANCHE -> Emma Marrone commuove i fan, la cantante vuole crederci

Lukas Gage e il provino su Zoom: non sapeva di avere il microfono acceso

Lukas Gage (fonte: Instagram)

Tutto è accaduto quest’estate, ma Lukas Gage ha deciso solo pochi giorni fa di pubblicare il video della conversazione sui suoi profili social, ma cosa è successo?

L’attore era seduto davanti alla telecamera del computer e alle sue spalle si intravedeva la piccola abitazione. Il regista inizia a parlare, inconsapevole di essere sentito, e commenta la casa del ragazzo: “Guarda questi poveri che vivono in minuscoli appartamenti, guarda un po’ nello sfondo, la tv…”

Ma l’attore ha avuto la risposta pronta: “Lo so il mio appartamento, fa schifo, proprio per questo potresti darmi il lavoro!”.

LEGGI ANCHE -> Goku di Dragon Ball è morto, fan in lutto per la scomparsa

Il regista ha smesso di parlare, mortificato, ma era troppo tardi. Il regista non si è più voluto esprimere a riguardo, dopo aver dichiarato a suo tempo che il suo intento non fosse quello di offendere, ma che provasse empatia per chi è stato costretto a passare la quarantena in luoghi un po’ stretti.

In ogni caso l’attore su Instagram si è difeso con ironia: “Se sei un regista che ama parlar male, almeno spegni il microfono”. Molti i commenti di attori famosi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da lukas gage (@lukasgage)