Home Storie Paolo Sorrentino, il dramma del passato: un evento gli ha cambiato la...

Paolo Sorrentino, il dramma del passato: un evento gli ha cambiato la vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:20
CONDIVIDI

Paolo Sorrentino racconta il grave problema che ha avuto durante il suo periodo di maturazione. Questo evento gli ha cambiato la vita. 

Paolo Sorrentino (GettyImages)
Paolo Sorrentino (GettyImages)

Stasera su Iris andrà in onda il Premio Oscar 2014, Miglior film straniero “La Grande Bellezza” diretto da Paolo Sorrentino. Un film che racconta la bellezza inafferrabile di una Roma vista dagli occhi di un inetto, o come lui si definisce, il re dei mondani, Jep Gambardella (Toni Servillo). Un premio meritato per un film che ha dipinto la capitale d’Italia con toni melanconici e degradanti, di una società sul filo del rasoio, di un paese che ormai ha perso ogni valore. Questo capolavoro, in cui protagonista è questo mondo marcio, rispecchia la vita del regista Paolo Sorrentino? Scopriamo l’evento che l’ha cambiato.

LEGGI ANCHE —> Figli Paolo Sorrentino, Anna e Paolo chi sono?

Paolo Sorrentino, l’evento che ha chiuso il capitolo della sua giovinezza

Paolo Sorrentino (GettyImages)
Paolo Sorrentino (GettyImages)

Sorrentino ci racconta l’evento che gli ha fatto cambiare la visione del mondo. La perdita dei genitori nel periodo dell’adolescenza è stato un serio problema per lui. Ci racconta così i suoi genitori. Il padre molto timido ed introverso, metteva in soggezione persino il figlio per la sua aria di mistero che celava. I suoi genitori sono venuti a mancare nell’87 quando il regista aveva solo sedici anni. A causa di una fuga di gas nella casa di montagna i due genitori persero la vita. Paolo per raccontarla usa l’espressione “tragedia indescrivibile”, ritiene che nessuna parola è adatta per descrivere l’accaduto, forse solo un film potrà descrivere questo, ma per il momento troppe sono le resistenze che si frappongono. Le sue parole ci trafiggono il cuore, ascoltiamole.

LEGGI ANCHE —> Jennifer Lawrence diretta da Sorrentino nel film Mob Girl

Ci confessa che la sua giovinezza è terminata quel giorno a 16 anni. Per questo poi ha fatto un film dal titolo “Youth- La giovinezza” inserendo come protagonisti due ottantenni. I suoi film sono stati influenzati totalmente da questo evento. Conclude dicendo che non esiste un tempo giusto per perdere i genitori, ma perderli durante l’adolescenza è un problema molto serio.