Home Televisione Nassirya Per non dimenticare, la strage: la fiction basata su fatti reali

Nassirya Per non dimenticare, la strage: la fiction basata su fatti reali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:14
CONDIVIDI

Questa sera andrà in onda su Iris la fiction Nassirya Per non dimenticare, che racconta la famosa strage. Scopriamone insieme di più.

Nassirya Per non dimenticare
Nassirya Per non dimenticare

Si chiama Nassiriya – Per non dimenticare, una miniserie andata in onda nel 2007 e che vede tra i protagonisti gli attori Raoul Bova e Claudia Pandolfi. Questa sera tale fiction verrà trasmessa in onda sul canale Iris poiché oggi ricade l’anniversario della terribile strage, in cui morirono molte persone. Incredibile fu il riscontro da parte del pubblico nei confronti di questa serie, che fu molto apprezzata anche perché tutto il cast di attori svolse egregiamente il proprio lavoro portando alla luce un prodotto di grande qualità.

LEGGI ANCHE —>Rocío Muñoz Morales compagna Raoul Bova, è ancora crisi tra loro?

Nassiriya Per non dimenticare, una storia vera

Nassirya Per non dimenticare
Nassirya Per non dimenticare

Il 12 novembre del 2003 fu un giorno davvero indimenticabile, che scosse gli animi degli italiani e del mondo intero. Proprio in quella fatidica giornata accadde una delle stragi rimaste nella storia, quella di Nassirya. Con la miniserie del 2007 Nassiriya – Per non dimenticare, prodotta da Taodue Film e che vede la presenza di Claudia Pandolfi e Raoul Bova, viene riportata alla luce la storia di questa terribile vicenda. La trama dunque si ispira ad avvenimenti accaduti nella città irachena di Nassirya e in particolare nella base denominata Maestrale, dove un contingente italiano stava svolgendo la missione di pace Antica Babilonia.

LEGGI ANCHE —>Marco De Angelis fidanzato Claudia Pandolfi, una vita lontano dei riflettori

Proprio il 12 novembre di quell’anno, questa zona divenne l’obiettivo di uno spietato attacco terroristico che causò molte vittime. Il reggimento della Multinationals Specialized Unit(MSU), che era composto dalla polizia militare rumena e dai Carabinieri italiani, divisi in due postazioni diverse che erano stanziati però sempre al centro della cittadina di Nassirya. Da un lato c’era la Libeccio e dall’altra la Maestrale.

L’attentato fu avviato proprio alle 10:40 in quest’ultima base, in cui fu piazzato davanti all’ingresso un camion colmo di esplosivo che scoppiò davanti causando una strage che portò alla morte 19 italiani e nove iracheni, come riportato anche da La Repubblica. Le vicende di questa terribile storia vengono dunque riproposte attraverso le immagini della miniserie, che vanno a cristallizzare un pezzo della nostra storia contemporanea, che mai potrà essere dimenticata.