Home Televisione Rai Uno, cambia il palinsesto: tagliato un programma storico

Rai Uno, cambia il palinsesto: tagliato un programma storico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:26
CONDIVIDI

Ancora cambiamenti e modifiche di palinsesto in quel di Rai Uno. A essere tagliato questa volta è un programma storico.

Rai Uno

Il momento che sta vivendo il mondo della televisione è senza alcun dubbio molto difficile e particolare. Tutto è in gran parte legato all’emergenza sanitaria e alla situazione pandemica. Un qualcosa che ha portato a delle complicazioni economiche in casa Rai e che potrebbe costringere a fare dei tagli importanti. Ma che cosa sta succedendo? A rischio, stando alle ultime voci e indiscrezioni sembrerebbe esserci un altro programma. E questa cancellazione avrebbe davvero dello storico. Giusto entrare più nel dettaglio.

LEGGI ANCHE -> Bianca Berlinguer, scontro con un vertice Rai: decisione irremovibile

Rai 1, il palinsesto cambi ancora: ecco l’ennesimo taglio

rai

Stando a quanto riportato e rivelato da ‘Tv Blog’, a causa proprio dell’emergenza sanitaria, non dovrebbe esserci la 63esima edizione de ‘Lo Zecchino d’Oro’. Il motivo? Non ci sarebbero le condizioni per lo svolgimento dello show in totale sicurezza per il pubblico, per i conduttori, per tutti coloro che avrebbero dovuto lavorarci e per i bambini che si sarebbero dovuti esibire. Insomma, una decisione che sembrerebbe essere inevitabile, per quanto presa a malincuore. D’altronde si sta parlando di una trasmissione che ha fatto la storia. Ma quale sarà quindi la situazione?

LEGGI ANCHE -> Rai, è sempre più caos: ma che cosa succede?

Il programma, stando a quel che si sapeva, sarebbe dovuto iniziare i primi di dicembre 2020. Il tutto sarebbe stato caratterizzato da una serie di dirette pomeridiane per poi concludersi con la puntata finale in prima serata sotto la guida straordinaria di Carlo Conti, che avrebbe dovuto vestire. anche i panni di direttore artistico, e Mara Venier. Insomma, una coppia di conduttori inedita e a dir poco speciale, che stava creando quel clima di attesa ancor maggiore. Ma c’è poco da fare: il Covid-19 continua a condizionare i palinsesti.