Home Televisione Caterina Balivo, un’alternativa un po’ bizzarra: “Così faccio felice mio figlio”

Caterina Balivo, un’alternativa un po’ bizzarra: “Così faccio felice mio figlio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:20
CONDIVIDI

Guido Alberto, il figlio di Caterina Balivo, ha da sempre voluto un cane, ma lei non ha mai voluto: ecco un’alternativa un po’ bizzarra.

caterina balivo
Caterina Balivo (Getty Images)

Caterina Balivo è una madre vera, di quelle che si alzano al mattino, si prendono cura dei propri figli (Guido Alberto e Cora) e poi vanno a lavoro. Nel limite del possibile, e con tutti i dovuti modi, lei e suo marito Guido Maria Brera hanno sempre cercato di soddisfare, quando era lecito farlo, i sogni dei propri figli, ma uno di questi al momento non era ancora stato esaudito.

Di che cosa stiamo parlando? Del sogno, soprattutto del loro primogenito, di avere un cagnolino tra le mura domestiche. Tutti i bambini sognano di averne uno ed anche lui non fa differenza da questo punto di vista.

Da buona madre e con un pizzico di ironia, però, la nota conduttrice ha avuto modo di proporre una “simpatica” alternativa: ecco di che cosa stiamo parlando.

LEGGI ANCHE -> Caterina Balivo, un nuovo ruolo per lei: così non l’avete mai vista

Caterina Balivo prova a far felice suo figlio: un’alternativa al cagnolino

Caterina Balivo
Caterina Balivo

L’animale in questione che è stato definito una “valida alternativa” da Caterina Balivo è una simpaticissima capretta che compare nel post che la conduttrice ha pubblicato e che ha letteralmente fatto impazzire tutti i suoi amatissimi fan e follower.

Basterà per placare, almeno in parte, il sogno di Guido Alberto? Staremo a vedere, ma una cosa è certa: il contatto con la natura ed il suo rispetto, nella loro famiglia, è un valore centrale e da salvaguardare.

LEGGI ANCHE -> Lutto per Caterina Balivo, conduttrice in lacrime: cosa è successo

Insomma, staremo a vedere se nei prossimi mesi in casa Balivo-Brera entrerà anche un piccolo cagnolino o se questo, al momento, è e rimane un sogno nel cassetto, da coltivare.