Home Televisione Skyscraper: adrenalina a non finire per un “classico” The Rock

Skyscraper: adrenalina a non finire per un “classico” The Rock

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:30
CONDIVIDI

The Rock ci ha abituato ad azione adrenalinica e imprese sempre più mozzafiato e in tal senso Skyscraper fa esattamente il suo lavoro d’intrattenimento.

Skyscraper - Locandina
Skyscraper – Locandina

Uscito ormai due anni fa, Skyscraper si propone come il perfetto blockbuster contemporaneo: tanta azione ad incorniciare una trama relativamente semplice per strappare un sorriso allo spettatore e tenerlo incollato alla poltrona per almeno un’ora e mezza. A volte tutto quello di cui abbiamo bisogno è esattamente questo, liberare la mente e lasciarci trasportare da immagini volutamente esagerate e spettacolari. Canale 5 ripropone questa piccola perla action questa sera, ore 21.20

Leggi anche –> “La bugia di Oppini” Alessia Fabiani e la verità sull’ex fidanzato

The Rock, le imprese sempre più impossibili

Skyscraper
Skyscraper

Come molti hanno fatto notare, Skyscraper si colloca perfettamente all’intersezione tra Inferno di Cristallo e Trappola di Cristallo. Le motivazioni sono semplici: l’ovvia presenza di un grattacielo – il cristallo che ritroviamo nelle due pellicole citate – e la presenza di un ex federale alle prese con eventi potenzialmente catastrofici.

Skyscraper racconta infatti la storia di Will Sawyer (Dwayne Johnson) – veterano di guerra ed ex agente dell’FBI rimasto gravemente ferito nel corso di una delicata missione di salvataggio; la missione gli costerà una gamba, sostituita con una protesi che non gli permette di tornare al suo lavoro. Will si trasferisce allora ad Hong Kong con la moglie Sarah e i figli nel grattacielo più alto del mondo – chiamato da tutti The Pearl. Con lui il caro amico Ben e il capo, Zhao, che nutre un sincero rispetto l’uomo e le sue capacità al punto da affidargli un tablet che l’intero grattacielo, nei suoi sistemi di sicurezza.

Un giorno, l’enorme complesso residenziale è preso di mira da un gruppo di terroristi guidati da un crudele mercenario est-europeo; Will sarà dunque costretto a preservare il tablet dai mercenari senza scrupoli, ma al contempo non può abbandonare la famiglia, rimasta nel grattacielo. Il povero Ben si sacrifica per salvare Will, che riesce a fuggire anche grazie all’intervento delle autorità ma è costretto a tornare sui suoi passi una volta accortosi che l’evacuazione dal suo capo non sta procedendo per il verso giusto. A quel punto l’ex agente dovrà tentare l’impossibile per sventare la minaccia e, al contempo, preservare le informazioni che Zhao gli ha affidato.

Leggi anche –> Vite al limite, Justin e Steven hanno ingannato tutti? La verità