Home Personaggi Guven Yaman papà Can Yaman: ecco cosa voleva facesse suo figlio

Guven Yaman papà Can Yaman: ecco cosa voleva facesse suo figlio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:25
CONDIVIDI

Guven Yaman è il papà di Can Yaman: i due si assomigliano tantissimo! Per il figlio, però, l’uomo aveva pensato ad un futuro diverso.

guven yaman papà can yaman
Guven Yaman e suo figlio Can Yaman

Chi è il papà di Can Yaman, Guven Yaman? In molti si chiedono chi sia l’uomo con cui ha un rapporto davvero stupendo ma che, tuttavia, per lui aveva pensato, fino a relativamente pochi anni fa, una strada totalmente diversa rispetto a quella che ha preso nel mondo dello spettacolo.

L’uomo, infatti, è un famosissimo avvocato che ha avuto nel corso della sua vita (ed ha ancora oggi) un enorme successo nel suo lavoro.

Per questo motivo, come del resto vorrebbe ogni padre per il figlio, anche per lui aveva pensato ad un futuro del genere, accanto a lui nel lavoro. Per questo motivo il ragazzo classe 1989, prima di diventare un famosissimo attore in Turchia ed in tutto il mondo, aveva anche studiato giurisprudenza riuscendo a terminare gli studi.

LEGGI ANCHE -> Fidanzata Can Yaman, è single? L’insinuazione sulla sua vita privata

Guven Yaman papà Can Yaman chi è? Età, foto, lavoro, moglie

guven yaman papà can yaman
Guven Yaman

La strada maestra, come si suol dire, sembrava essere proprio segnata ma, successivamente, qualcosa da quel punto di vista non ha funzionato. La sua vera passione, del resto, era un’altra: il suo cuore andava altrove, verso il set cinematografico e non c’è proprio stato nulla da fare.

I suoi genitori, compreso il padre Guven Yaman, lo hanno però sempre sostenuto in questa sua scelta all’apparenza azzardata ma, con il senno del poi, hanno fatto proprio bene.

LEGGI ANCHE -> Can Yaman al ‘Grande Fratello Vip? Ecco tutta la verità

Il ragazzo, infatti, ha un talento smisurato e lo dimostrano gli eccellenti risultati che riesce ad avere, gli apprezzamenti che riceve per il suo lavoro e le sue interpretazioni.

Per questo motivo il suo soprannome è stato “supereroe” proprio perchè a lui, per davvero, deve la vita e lo ringrazierà sempre per tutto quello che ha fatto: sostenere il sogno di un figlio.