Home Personaggi Laura Fiandra, moglie di Tullio Solenghi confessa: “Mi fa disperare”

Laura Fiandra, moglie di Tullio Solenghi confessa: “Mi fa disperare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:37
CONDIVIDI

La moglie di Tullio Solenghi si chiama Laura Fiandra, come si sono conosciuti? Lui testava i suoi sketch su di lei prima di portarli in tv.

Tullio Solenghi moglie
Tullio Solenghi

La moglie di Tullio Solenghi è Laura Fiandra, classe 1949 e nata a Gorizia, anche se vive a Roma con il marito da ormai molti anni. La donna e l’attore si sono conosciuti che erano appena ventenni e Tullio già sognava il mondo dello spettacolo.

Sono una coppia molto affiatata e Laura, per anni, ha fatto principalmente la moglie e la mamma delle sue due figlie Alice e Margherita, che oggi ormai sono due donne adulte.

La moglie di Solenghi, tuttavia, ha poi iniziato a lavorare, aprendo una sua attività e diventando una professionista di successo.

LEGGI ANCHE -> Massimo Lopez e Tullio Solenghi di nuovo insieme sul palco?

Laura Fiandra, cosa fa la moglie di Tullio Solenghi?

Tullio Solenghi moglie
Laura Fiandra, moglie di Tullio Solenghi

La donna è un’appassionata di cucina e natura: ha così fondato il centro di medicina naturale Sotto il ciliegio a Roma, che si occupa di ayurvedica, yoga omeopatia e osteopatia.

Laura ha iniziato un percorso etico e spirituale che l’ha portata ad abbracciare il veganesimo e ad aprire con l’amica Marina Pucello l’associazione Naturalmente Crudo. Tramite questa cercano di diffondere il veganesimo attraverso laboratori di cucina e showcooking.

La moglie di Solenghi ha sempre parlato molto bene di lui, elencando le sue molteplici qualità lavorative, di uomo e padre: “Lui ha tanti difetti: ad esempio mi fa disperare, perché con lui si fa tutto di corsa. Però è un padre, marito e nonno stupendo” ha dichiarato la donna ospite a Vieni da me.

LEGGI ANCHE -> Tullio Solenghi, Massimo Lopez e Anna Marchesini: le scenette più famose del magico trio

La Fiandra ha poi raccontato un aneddoto divertente su Solenghi, parlando di quando provava i suoi sketch comici davanti a lei: se rideva, voleva dire che funzionavano davvero, dato che la donna non si diverte facilmente.