Home Personaggi Grazia Letizia Veronese, moglie Lucio Battisti: un ricordo che muore

Grazia Letizia Veronese, moglie Lucio Battisti: un ricordo che muore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:24
CONDIVIDI

Grazia Letizia Veronese è la moglie del celebre cantante Lucio Battisti. Si sono conosciuti a Sanremo e hanno avuto un figlio, Luca.

Grazia Letizia Veronese, moglie Lucio Battisti
Grazia Letizia Veronese, moglie Lucio Battisti

Lucio Battisti ha fatto la storia della musica italiana, componendo canzoni che ancora oggi vengono cantate e apprezzate, ma dopo la sua morte a causa di una malattia, il ricordo del celebre cantautore sta pian piano morendo e la preoccupazione maggiore è che i giovani che verranno potranno non sapere di chi stiamo parlando.

Ma cosa è successo precisamente? Sembrerebbe che dopo la scomparsa di Battisti, la moglie si sia battuta con tutte le sue forze per far sì che concerti, tributi, trasmissioni e quant’altro venissimo cancellati o quantomeno modificati.

La sua spiegazione è che non vuole assolutamente che al marito vengano dedicate cose poco all’altezza del personaggio che è stato lui. E’ un peccato, perché cantautori di quel livello meritano di essere ricordati vita natural durante per il bene della musica italiana.

Leggi anche –> Giovanissimo attore in lacrime: “ho paura di non farcela”

Grazia Letizia Veronese, in arte Valezia, chi è?Grazia Letizia Veronese moglie Lucio Battisti

Grazia e il marito si conobbero durante il Festival di Sanremo, dove Battisti si era iscritto come partecipante. Tra loro scattò quasi immediatamente una storia d’amore dalla quale nacque loro figlio, Luca. Valezia è una paroliera e compositrice italiana che ebbe un grande ruolo nella vita di Lucio e anche sotto l’aspetto professionale.

Leggi anche –> Casa Lucio Battisti, il suo rifugio artistico: colpiti i fan

Negli ultimi tempi sono state molte le testate giornalistiche che hanno parlato di lei e del suo rifiuto a concedere l’autorizzazione per qualsiasi genere di cosa rappresentasse il marito defunto e altrettante sono state le lettere che le hanno inviato chiedendo spiegazioni sull’effettivo perché.

Se vogliamo che la musica italiana continui ad essere quella che è dobbiamo permettere che anche grandi cantautori che purtroppo ci hanno lasciati, di restare vivi con le loro canzoni, come ad esempio De André o Giorgio Gaber, Pino Daniele. Sono tutti nomi che ci risuonano familiari e che purtroppo non sono più con noi, ma possiamo essere sicuri che la loro musica continuerà ad accompagnarci.