Home Personaggi Assassino Gianni Versace, un documentario ha messo nei guai Chico Forti?

Assassino Gianni Versace, un documentario ha messo nei guai Chico Forti?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:48

Assassino Versace: Chico Forti è stato autore di un documentario sulla morte dell’omicida di Gianni Versace: c’è un legame con i suoi tormenti giudiziari?

Chico Forti assassino gianni versace

Nonostante siano passati tanti anni, la vicenda di Chico Forti continua a tenere banco. La sua condanna all’ergastolo per l’omicidio di Dale Pike, avvenuto il 15 febbraio del 1998 a Miami. L’uomo si è sempre dichiarato innocente ed è arrivata addirittura la richiesta di grazia al Governo. Ma la storia è davvero complicata e intricata e ci sarebbe un legame con un documentario girato dal nostro connazionale. Ma di che cosa si tratta?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Heather Crane, ex moglie Chico Forti: cosa fa oggi?

Assassino Gianni Versace, tutto sul documentario di Chico Forti

L’italiano infatti in America era diventato un produttore televisivo. Ed è per questo che ha girato un documentario sull’omicidio di Gianni Versace e soprattutto sulla figura del suo assassino, Andrew Cunanan. L’uomo è stato ucciso la mattina del 15 luglio 1997 con due colpi di pistola sugli scalini della sua villa a Miami Beach. Andrew Cunanan, un serial killer di 27 anni, è stato accusato fin da subito, più precisamente dopo solo otto giorni. Quando l’FBI ha fatto irruzione nella sua abitazione ha trovato però solo il suo cadavere riverso su un letto e con una pistola in mano. L’arma sarebbe stata la stessa dell’omicidio Versace.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Figli Chico Forti, chi sono Savannah, Jenna e Francesco

Ma che cosa c’entra Forti in questa vicenda? Il buon Chico è riuscito ad acquistare i diritti televisivi. Dopo le forze dell’ordine, è lui il primo a entrare in quella casa galleggiante e realizza un reportage dal titolo ‘Il sorriso della medusa’, uscito nel settembre del 1997 a soli due mesi da quel suicidio. In questa inchiesta viene fuori una versione dei fatti totalmente differente, che contrasta con l’operato della polizia di Miami. Andrew Cunanan infatti non si sarebbe suicidato, ma sarebbe stato ucciso e poi portato in quella casa galleggiante per inscenare il suicidio. Tanti i dubbi anche su quella vicenda, a partire dall’omicidio di Versace. Il reportage ha gettato ulteriori ombre, Che ci sia questo alla base di tutta la sua storia? L’uomo ne è convinto. La questione è a dir poco intricata.