Home News Chico Forti, chiesta la grazia dal Governo: “Apprezzo l’impegno”

Chico Forti, chiesta la grazia dal Governo: “Apprezzo l’impegno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00

Chico Forti torna protagonista delle Iene con una puntata speciale in onda questa sera, in prima serata su italia uno

Chico Forti
Chico Forti

Le Iene e nello specifico Gaston Zamba conduce una puntata speciale, in prima serata su italia uno dedicata alla vicenda dell’ex velista e produttore italiano, condannato all’ergastolo nel carcere di massima sicurezza di Miami.

La condanna è arrivata a seguito dell’omicidio di cui è stato accusato, ovvero quello dell’imprenditore Dale Pike, trovato morto nella spiaggia di Miami nel febbraio del 1999. Lui continua a dichiararsi innocente.

Leggi anche: FORTI E’ INNOCENTE?

Chico Forti, chiesta la Grazia

Chico Forti condannato all’ergastolo per omicidio e dopo aver scontato già vent’anni di carcere potrebbe ricevere la Grazia.

Dalle notizie che erano trapelate del dicembre di quest’anno, pare che il Governo italiano fosse intenzionato a muoversi per aiutare il concittadino italiano che ancora oggi, dopo tanto tempo si dichiara innocente.

“La richiesta da fare subito, in maniera forte, diplomatica, con tutte le nostre risorse con gli Usa, è la grazia” e “quello che faremo nei prossimi mesi sarà questo: incontrare possibilmente il governatore della Florida e i rappresentanti diplomatici americani e chiedere la grazia” questa erano state le parole di Riccardo Fraccaro, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.

“Indipendentemente dal risultato che otterrai, un grazie a te, Luigi, per esserti preso a cuore la mia situazione” questa era stata la risposta del produttore che ricordiamo essere in carcere a Miami per scontare la pena dell’ergastolo.

Leggi anche: DALE PIKE, CHI E’?

Cosa succede stasera?

Le Iene

Nella puntata di questa sera, ad ogni modo, la Iene che già in passato si era occupata di questo caso, porterà alla luce nuove interviste e testimonianze.

Tra le tante, quella di Chaive Mesmer afferma che il suo ex marito Thomas Knott, indagato e poi prosciolto, avrebbe mentito su dove si trovasse la notte in cui venne ucciso Dale Pike.

E anche Veronica Lee, una delle giurate che condannò Forti al carcere a vita, dichiara: “L’intero processo è stato una ca**ata e molte informazioni in quell?aula di tribunale sono state nascoste. Inoltre, mi ricordo di essere stata bullizzata da parte degli altri giurati perché credevo, riferito alla colpevolezza di Chico, che ci fosse un ragionevole dubbio”.