Home News Lutto nel mondo dello sport: si suicida a 43 anni

Lutto nel mondo dello sport: si suicida a 43 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:37
CONDIVIDI

Ennesimo lutto nel mondo dello sport: l’ex bobista olimpico americano, Pavle Jovanovic, si è tolto la vita all’età di 43 anni.

utto nel mondo dello sport

Nuovo lutto nel mondo dello sport, dopo la prematura morte di Johanna Bassani, scomparsa a soli 18 anni in circostanze ancora da capire.

Pavle Jovanovic aveva 43 anni e vantava un palmares di tutto rispetto, il campione di bob nella sua carriera aveva collezionato un doppio settimo posto alle Olimpiadi Invernali di Torino 2006.

Lutto nel mondo dello Sport

utto nel mondo dello sport

Pavle Jovanovic, il campione olimpico statunitense, è morto lo scorso weekend ma la notizia della sua scomparsa è avvenuta solo nelle ultime ore da parte della Federazione Statunitense di Bob e Skeleton.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE-> Mondo della musica in lutto: è morta una star del rock mondiale

Aron McGuire, CEO della Federazione di Bob e Skeleton USA, era stato compagno di squadra di Jovanovic e ha voluto ricordarlo così: “Abbiamo subito una tragica perdita. La passione e l’impegno di Pavle nei confronti del bob è stato visto e sentito.” McGuire  ha poi aggiunto: “Ha vissuto la vita al massimo e ha avuto una grande influenza su tutti coloro che lo hanno incontrato.”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE-> Jasmine Trinca, lutto che ha segnato la sua vita

Pavle Jovanovic era nato in New Jersey l’11 gennaio 1977 e si era sempre distinto per la sua incredibile bravura nello sport. Ha iniziato a praticare il bob  nel 1997. Gli amici e i compagni di squadra lo ricordano così: “Sia che Pavle stesse spingendo i suoi compagni di squadra per essere i migliori in pista e nella sala pesi, – aggiungendo poi – o che suscitasse risate agli amici, era noto per aver dato sempre il 100% su tutto ciò su cui si concentrava.”

Il 3 maggio 2020 è scomparso all’età di 43 anni, il suo ex compagno di squadra Greg Sand, tra i primi a diffondere la notizia della sua morte, lo ha voluto ricordare così: “Se mai fosse nato un bob per spingere oggetti pesanti, era Pavle. Pavle era decisamente un pezzo unico nel suo genere.” 

Lo ha ricordato anche Steve Mesler, medaglia d’Oro alle Olimpiadi, ha raccontato che Pavle era la sua “Leggenda personale”, aggiungendo poi: “Lui è stato l’atleta che ha fissato gli standard di concentrazione, dedizione, meticolosità e guida.”