Home Cinema Francesca Cavallin, malattia dolorosa: un grave problema di salute

Francesca Cavallin, malattia dolorosa: un grave problema di salute

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:30
CONDIVIDI

L’attrice Francesca Cavallin in passato ha sofferto moltissimo per un problema di salute, uscendo da questa spirale dolorosa solo grazie all’amore.

Francesca Cavallin
Francesca Cavallin (Fonte: Getty Images)

Francesca Cavallin, attrice italiana, ha rivelato di aver vissuto un periodo molto difficile nella sua vita a causa di un problema di salute di cui non si riusciva a liberare.

La donna infatti ha raccontato di aver lottato a lungo per accettarsi fisicamente, dramma che l’ha portata a sfiorare l’anoressia e a farla soffrire per lungo tempo di bulimia.

Tali disturbi alimentari erano dovuti al fatto che la donna non riusciva a riconoscere se stessa, ad apprezzare il suo corpo così diverso dalle altre ragazze.

Il fisico della Cavallin infatti non è mai stato troppo prosperoso e lei stessa l’ha definito androgino.

LEGGI ANCHE —> Amici di Maria De Filippi, la rivelazione è sconvolgente: “Ho sofferto di anoressia”

A causa di ciò e confrontando la sua immagine con quelle delle altre ragazze o delle top model, non riusciva mai a raggiungere il suo ideale di bellezza.

Tale convinzione generava in lei forte preoccupazione, depressione e tristezza perché si sentiva diversa da tutti e non all’altezza delle proprie aspettative.

Francesca Cavallin, una malattia insidiosa

Francesca Cavallin
Francesca Cavallin (Fonte: Getty Images)

Durante un’intervista Francesca Cavallin ha definito anoressia e bulimia malattie insidiose, che ti portano ad avere una visione distorta della tua immagine.

Fortunatamente però la Cavallin è riuscita ad uscire da questo tunnel di dolore in cui si era rifugiata, specialmente grazie all’amore.

LEGGI ANCHE —> Jane Fonda: “Bulimia e chirurgia estetica sono state la mia droga per anni”

Un impatto grandissimo l’ha avuto in particolare sua madre, che con il suo sostegno quotidiano e il suo grande affetto è riuscita davvero ad aiutarla profondamente.

Importante è stato anche il contributo dato dal suo ragazzo dell’epoca, una persona che la donna ha definito solare e vitale e che è riuscito durante quei momenti così duri e bui a non lasciarla mai da sola e darle una grandissima forza.

È stato dunque l’amore, l’affetto, il continuo sostegno ad aiutare veramente la Cavallin ad uscire dal suo periodo più nero e a farle vedere che la sua era solo una visione di se stessa non reale.