Home Serie TV Cristiana Capotondi, la sua vita tra cinema e televisione

Cristiana Capotondi, la sua vita tra cinema e televisione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:17
CONDIVIDI

Cristiana Capotondi ha diviso la sua vita tra cinema e televisione, dimostrando di avere un talento importante in una carriera che ora si fa lunga e duratura nonostante la giovane età.Cristiana Capotondi scena hot

Si torna a parlare di lei dopo la bella interpretazione di Eva Cantini in Bella da morire, miniserie tv diretta da Andrea Molaioli e in onda stasera in prima tv con la terza puntata su Rai Uno. Nata a Roma il 13 settembre del 1980 ha esordito sul piccolo schermo nel 1993 con la miniserie tv di Paolo Poeti, Amico Mio. Sul grande schermo invece arriva nel 1995 con un piccolo ruolo nel cult Vacanze di Natale ’95 diretto da Neri Parenti.

Leggi anche —> Un’immagine tormenta Cristiana Capotondi

Cristiana Capotondi, un grande successo

cristiana capotondi
cristiana capotondi

Il grande successo di Cristiana Capotondi però arriva nel 2006 quando interpreta Notte prima degli esami di Fausto Brizzi, poi divenuto un cult. Sul set conosce e si innamora di Nicolas Vaporidis con il quale ha una lunga e splendida storia d’amore. In carriera ha recitato con grandissimi registi quali Carlo Mazzacurati ne La Passione, Alessandro Genovesi ne La peggior settimana della mia vita e La peggior settimana della mia vita, fino a Pupi Avati in Una ragazza d’oro e Kim Rossi Stuart in Tommaso. Ovviamente riassumere tutti i ruoli non è di certo facile.

Leggi anche —> Come è nata la sua storia con Andrea Pezzi

Ma concentriamoci un attimo su Bella da morire dove la bellissima attrice romana interpreta l’ispettrice di polizia Eva Cantini. Sul lavoro irreprensibile se la deve vedere con Giuditta Doria e Ignazio Iurini, non certo due personaggi semplici da affrontare. In casa invece è una zia dolce e apprensiva con la sorella Rachele Cantini che ha subito una violenza sessuale dalla quale è nato il piccolo Matteo. La sua vita è complicata e in mezzo ci si è messo anche il difficilissimo caso della morte di Gioia oltre il rapporto molto complicato con il padre Sergio.