Home Personaggi Loredana Bertè: “Ecco come nacquero le dicerie su mia sorella Mimì”

Loredana Bertè: “Ecco come nacquero le dicerie su mia sorella Mimì”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:05
CONDIVIDI

Loredana Bertè ha raccontato come sono sorte le malelingue nei confronti della sorella e cantante Mia Martini, di cui si diceva portasse sfortuna.

Loredana Bertè
Loredana Bertè (Fonte: Instagram della donna)

Loredana Bertè, cantante e giudice del programma Amici 2020, ha raccontato come si sono sviluppate le dicerie riguardanti la sorella Mia Martini, che fu additata dal mondo dello spettacolo perché si diceva portasse sfortuna.

La storia di Mia Martini è un racconto molto triste che ancora adesso fa soffrire la sorella Loredana Bertè.

Tra le due c’è sempre stato un rapporto pieno di alti e bassi, come normalmente può accadere tra fratelli.

LEGGI ANCHE —> Loredana Bertè sorella Mia Martini, retroscena sulla morte: caso riaperto?

Non si può però negare che ci fosse un legame davvero intenso fra le due, un legame di sangue indissolubile.

Purtroppo la triste vita di Mimì si è conclusa con il suicidio della stessa, evento che ha destato scalpore nel mondo dello spettacolo e che ancora oggi la Bertè non riesce ad accettare.

Loredana Bertè, stupide superstizioni contro la sorella Mimì

Loredana Bertè
L. Bertè (Fonte: Instagram della donna)

Ma nella sua esistenza purtroppo Mia Martini ha dovuto subire grandi delusioni specialmente da parte del mondo dello spettacolo che frequentava.

È proprio il suo mondo artistico che ad un certo punto gli ha voltato faccia e a poco a poco ha messo in circolo notizie false e cattive su di lei.

Come spiega la stessa Loredana Bertè, le malelingue sulla sorella sono nate negli anni ’70 quando dopo un concerto in Sicilia la donna aveva raccomandato alla band di restare a dormire in hotel.

LEGGI ANCHE —> Rita Pavone: “Loredana Bertè, una delusione”

Il gruppo però non aveva voluto darle ascolto e si era messo in viaggio durante la notte andando incontro ad un incidente frontale, in cui ci furono anche dei morti.

I giornali dell’epoca pubblicarono delle foto con gli spartiti di Mimì insanguinati e da lì partì la diceria del suo portare sfortuna.

Purtroppo queste malelingue infamanti l’hanno accompagnata nel corso del resto della sua vita e sono state per lei fonte di grande stress e amarezza.

La Bertè ancora oggi non si capacità della scomparsa della donna e parla del mondo artistico come assurdo e pieno di superstizioni, che hanno causato in parte la scomparsa della sorella.