Home News Totò Cutugno, chi è? Tutto sul cantante di ‘L’Italiano’

Totò Cutugno, chi è? Tutto sul cantante di ‘L’Italiano’

Totò Cutugno può essere definito uno delle autentiche leggende della musica leggera italiana. Tutto quello che c’è da sapere sul cantante di ‘L’italiano’.

totò cutugno

Autentico veterano del Festival di Sanremo e vero e proprio mostro sacro della musica leggera italiana, di cui ha a dir poco fatto la storia. Basterebbe davvero soltanto questo per descrivere chi è Totò Cutugno, che oggi sarà omaggiato in una puntata di ‘Techetechetè’.

Totò Cutugno, musica che ha fatto storia

Nato a Fosdinovo, paesino in provincia di Massa Carrara, il 7 luglio del 1943, cresce fin da subito all’insegna della musica. Fin da piccolo infatti suona nella banda musicale del paese. Passano gli anni e il buon Totò si trasforma in batterista. L’incontro con gli Albatros lo porta però a diventare cantante. La sua carriera da solista inizia così nel 1975. Con ben 15 partecipazioni al Festival di Sanremo, Toto Cutugno è sicuramente uno dei simboli della canzone italiana. Il suo più grande successo? Senza alcun dubbio ‘L’Italiano’. Questo brano tra l’altro è accompagnato da un retroscena inaspettato. Nato per caso in un ristorante canadese, partendo da un accordo di LA minore, il brano è stato presentato ad Adriano Celentano, che si è però rifiutato di cantarlo, proprio per il messaggio contenuto nel testo. Con il senno di poi si può tranquillamente dire che il cosiddetto Molleggiato ha chiuso la porta in faccia a uno dei pezzi che hanno fatto la storia.

Non solo musica e grande successo però. Gli ultimi anni di Cotugno sono infatti stati caratterizzati dalla malattia. Vicinissimo a lui è stato il suo amico al Bano, come raccontato in un’intervista rilasciata ai microfoni de ‘Il Corriere della Sera’: “Al Bano ha preso l’iniziativa, contattando lui stesso il professor Rigatti e fissando un appuntamento per me. Come non essergli riconoscente? Il risultato delle analisi è stato immediato e la diagnosi sconvolgente. Fino a quel momento non avevo neppure l’idea di che cosa fosse una malattia“. Insomma, momenti molto complicati, ma affrontati con grande forza d’animo.