Home News Amanda Sandrelli figlia Gino Paoli: “Mi è mancata la famiglia unita”

Amanda Sandrelli figlia Gino Paoli: “Mi è mancata la famiglia unita”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:42
CONDIVIDI

Amanda Sandrelli, la figlia di Stefania e Gino Paoli non può fare a meno di commuoversi quando la madre racconta della sua storia d’amore con il noto cantante.

figlia Gino Paoli

Amanda Sandrelli è nata a Losanna nel 1964 dall’amore proibito tra Stefania Sandrelli e Gino Paoli.

I due si incontrarono quando lei era minorenne e lui sposato, tanto che la loro storia fece scandalo ma questo non impedì ai due di amarsi alla follia, al punto che il noto cantante in un momento di lontananza tenterà il suicidio.

Amanda Sandrelli

Sul cognome di Amanda Sandrelli, figlia legittima di Gino Paoli ci sono numerose leggende.

C’è chi è convinto che l’attrice sia stata registrata all’anagrafe come Paoli e che per la sua carriera abbia scelto il cognome materno.

Eppure non sembra di questo parere Stefania Sandrelli che nel corso di una vecchia intervista dichiarò: “Gino era sposato, Amanda l’abbiamo fatta nascere in Svizzera. Lui la storia del cognome non la ha mai digerita”.

Pare che successivamente l’attrice abbia assunto anche il cognome del padre ma che, per la sua carriera, abbia deciso di rimanere Sandrelli.

La separazione dal marito

Amanda Sandrelli è stata sposata per circa venti anni con Blas Roca-Rey e i due formavano una delle coppie più belle del mondo dello spettacolo.

Alla soglia dei cinquant’anni ha visto finire il suo matrimonio e di quel periodo ricorda “Mi sentivo a pezzi, come quando arriva un fulmine in una giornata di sole”.

Si Blas afferma “Condividevamo tutto, famiglia e lavoro, il nostro è stato un grande amore“. I due hanno cercato di salvaguardare i due figli, Rocco e Francesco, e nonostante ora abbiano nuovi compagni cercano di mantenere i rapporti civili.

Pur amando immensamente i suoi genitori ammette di aver sofferto il fatto di non averli visti insieme “Quando vedevo una famiglia unita più che dolore provavo nostalgia, tristezza”.

Ammette poi “per questo ho fatto il possibile perché i miei figli soffrissero il meno possibile dopo la separazione”.