Mogol e Battisti, il sodalizio interrotto: il ruolo di Grazia Letizia Veronese

Grazia Letizia Veronese, Velezia, è la moglie di Lucio Battisti e in molti pensano ci sia lei dietro l’interruzione del sodalizio con Mogol.

Mogol e Battisti, il sodalizio interrotto

Da anni ormai è battaglia aperta tra Mogol e la vedova di Lucio Battisti per le canzoni scritte dal grande paroliere con il defunto Lucio Battisti.

Velezia, questo il nome d’arte della donna, e suo figlio Luca Filippo per anni hanno cercato di fermare festival, cover, pubblicazioni delle opere del rimpianto Lucio Battisti.

Mogol e Battisti, sodalizio interrotto: il motivo

Come si apprende da un pezzo di Repubblica.it del 2016 l’Italia ha una sua Yoko Ono che risponde a nome di Grazia Letizia Verosene.

I più maliziosi, infatti, ritengono che ci sia proprio la donna dietro alla fine del sodalizio tra Battisiti e Mogol, che ha da sempre rapporti contrastati con la moglie dell’amico.

Il quindicesimo album di Lucio Battisti non è firmato insieme all’amico e di sempre ma dalla moglie del cantante sotto il nome d’arte di Velezia.

L’album del 1982 si presenta talmente diverso dagli altri di Battisti: suoni sintetici e dissonanti, freddi, completamente diversi dai capolavori che hanno preceduto l’album,

Mogol ha evitato di esporsi apertamente contro la Veronesi ma è riuscito a esporre con classe il suo pensiero affermando “Delle persone io dico bene, oppure taccio. In questo caso taccio”.

La battaglia tra Mogol e la moglie dell’amico va avanti da anni e vede quest’anno vincitore di una battaglia il noto paroliere: a dispetto dalla volontà della famiglia i dodici album che vedono la coppia artista cofirmatari saranno disponibili sulle piattaforme di streaming digitale.

Gestione cookie