Home News Taylor Swift contro Justin Bieber, bullizzata e privata dei successi musicali

Taylor Swift contro Justin Bieber, bullizzata e privata dei successi musicali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:13
CONDIVIDI

Taylor Swift contro Justin Bieber e sono solo, la cantante si è scagliata contro la Big Machine Label Group. Tanti gli artisti coinvolti, ecco il dramma in corso.

taylor swift contro justin bieber

In poche ore è nato un dramma nel mondo della musica che ha visto coinvolti molteplici artisti di grande fama. Tutto è scaturito da Taylor Swift a cui non è andata a genio una mossa di Scooter Braun e da lì c’è stato un susseguirsi di colpi bassi.

Taylor Swift contro Justin Bieber, botta e risposta nel mondo della musica

Scooter Braun, manager di artisti come Justin Bieber e Ariana Grande, ha acquisito l’etichetta Big Machine Label Group per 300 milioni di dollari. Questo significa che possiede tutte le hit di successo prodotte dalla medesima, tra cui tutte le canzoni di Taylor Swift, in quanto era la sua precedente etichetta mentre ora è sotto la Universal.

La cantante non ha gradito questa mossa per molteplici motivi. In primo luogo ha da sempre manifestato l’interesse di acquistare i propri singoli dalla Big Machine Label Group, la quale non le ha mai dato l’opportunità rispondendo che se voleva poteva tornare nel gruppo e riscattare gli album uno per uno.

Ma quello che ha fatto scatenare la sua rabbia è proprio il gesto di Scooter, accusato dalla Swift di averla bullizzata per anni e che questa fosse l’ennesima azione volta a manipolarla e schiacciarla.

Infatti più volte è stata presa in giro e ricorda una foto del 2016 postata da Bieber con Braun e Kanye West la cui didascalia recitava “Taylor Swift, come va?” a fronte di una discutissima conversazione telefonica di Taylor Swift diffusa da Kim Kardashian.

La reazione di Taylor Swift ha scatenato la risposta di Justin Bieber, il quale si è scusato per la famosa foto in quanto all’epoca lo aveva trovato divertente, ma ora si rende conto che fosse di cattivo gusto. Tuttavia difende a spada tratta il manager, non trovando giusto aver pubblicato un post di quel tipo sapendo poi che i suoi fan avrebbero bullizzato Scooter.

L’accaduto ha smosso il mondo della musica, tra chi come Cara Delevingne che si è espressa a favore della Swift e chi come Demi Lovato che difende il manager.

Inoltre Scott Borchetta, il fondatore della Big Machine Label Group, ha affermato di aver dato la possibilità a Taylor Swift di ottenere i diritti sulla sua musica, ma che lei aveva deciso di andarsene dall’etichetta.

In aggiunta, ha dichiarato l’impossibilità che la cantante abbia saputo a cose fatte della cessione a Scooter, in quanto lui stesso aveva inviato in messaggio alla Swift e poi il padre è uno degli azionisti della Big Machine Label Group.