Home News Scuolabus dirottato, cittadinanza italiana ai ragazzi che sventarono attentato

Scuolabus dirottato, cittadinanza italiana ai ragazzi che sventarono attentato

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la proposta di concedere la cittadinanza onoraria a Ramy Shehata e Adam El Hamami, i due ragazzi della scuola media Vailati di Crema che sventarono l’attentato allo scuolabus dirottato.

scuolabus dirottato cittadinanza onoraria

Il Consiglio dei Ministri che si è riunito oggi, ha dovuto decidere, oltre che sul Decreto Sicurezza, anche in merito alla cittadinanza italiana onoraria da conferire a Ramy e Adam.

I due giovanissimi ragazzi lo scorso 20 marzo si sono resi protagonisti di un atto di coraggio per cui sono stati premiati.

Autobus dirottato: i fatti

Ousseynou Sy, autista senegalese da 15 anni in Italia, lo scorso 20 marzo ha tenuto in ostaggio 51 bambini, due insegnanti e una bidella della scuola media Vailati di Crema e poi ha tentato di dare alle fiamme il mezzo, a San Donato Milanese.

L’uomo aveva intenzione di compiere un gesto eclatante e di far parlare di sé in tutto il mondo, ma ha negato che avrebbe fatto del male ai bambini. Era in possesso di un accendino, di un coltello, di benzina (con cui aveva cosparso i sedili dello scuolabus), fascette (con cui aveva immobilizzato i bambini) e catene (con cui aveva bloccato le porte del mezzo).

Per lui, i pm milanesi hanno chiesto il giudizio immediato con le accuse di strage aggravata da finalità terroristiche, sequestro di persona, incendio e resistenza, traumi da stress e violenza emotiva contro i bambini.

Ora Ramy e Adamn sono cittadini italiani a tutti gli effetti: “Ritengo che abbiano reso eminenti servizi al nostro Paese”, ha scritto il Ministro dell’Interno Matteo Salvini nelle motivazioni.