Home Televisione The Departed – Il bene e il male, stasera in tv su...

The Departed – Il bene e il male, stasera in tv su Iris 30 novembre: il film di Martin Scorsese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:48
The Departed

The Departed – Il bene e il male, in onda questa sera, 30 novembre alle 21.00 su Iris, è un film di Martin Scorsese del 2006. Con 5 candidature e 4 Premi Oscar vinti, tra cui Miglior Film e Miglior Regia e un Golden Globes, è certamente uno dei capolavori più recenti del regista statunitense.

Questa pellicola segna il ritorno di Scorsese nei luoghi a lui più noti: non siamo infatti a New York, bensì in una Boston dei nostri giorni e, al centro della storia, non più la mafia italiana, ma quella irlandese. Il cuore del racconto, però non cambia, la ricerca del potere attraverso il denaro e la violenza quale unico mezzo per farsi strada nella vita.

The Departed – Il bene e il male, stasera in tv su Iris 30 novembre: il film di Martin Scorsese

Il film, ripreso da Infernal Affairs di Andrew Lau (noto regista di Hong Kong) è un poliziesco che vede come protagonisti Colin Sullivan e Billy Costigan, rispettivamente interpretati da Matt Damon e Leonardo Di Caprio, due poliziotti dai destini paralleli. Cresciuti nello stesso quartiere, Billy di padre mafioso e madre di famiglia bene, Colin “formato” dal boss Costello (uno splendido Nicholson). Questi ne farà, per l’appunto, il proprio infiltrato nella polizia di Boston, mentre Billy vestirà il ruolo di infiltrato della polizia nella banda di Costello. Le loro strade si incrociano e intrecciano, pur ignorando l’uno l’identità dell’altro.

Attraverso un’architettura complessa, il film parla di poliziotti e criminali cambiandone i ruoli in un continuo gioco di specchi: “Poliziotti o criminali…davanti a una pistola carica che differenza c’è?”, afferma Costello, filosofo e grande conoscitore dell’animo umano. Uno dei temi centrali del cinema di Scorsese è certamente l’ambiente che in questo film non è più visto come quel terreno in cui i diversi personaggi compiono scelte sulla base del proprio volere o del senso di appartenenza a una comunità, bensì come qualcosa da conquistare (con la violenza) o da cui si cerca a ogni costo di allontanarsi perché ci si è ritrovati contro la proprio volontà (Billy-Leo).

L’individuo è solo, la famiglia non esiste più, la redenzione della propria anima spetta al soggetto stesso. Anche se con modalità antitetiche, sia Colin che Billy sono convinti che la strada da loro intrapresa sia una possibile via di fuga, una opportunità di conquistare una nuova dignità. Uno stupendo gioco al massacro in cui lealtà e tradimento si intrecciano continuamente con un ritmo incalzante nella prima parte del film, più “descrittivo” nel suo sviluppo, ma con situazioni sempre sul punto di ribaltarsi.

In chiusura, una nota sul cast che vede attori di grande calibro, quali, oltre ai già citati Di Caprio, Damon e Nicholson, anche Alec Baldwin e Martin Sheen, in ruoli di “contorno”, ma efficaci e incisivi. Una produzione spettacolare realizzata con un grande studio (Warner Bros) che comunque non offusca, bensì esalta lo stile e la straordinaria bravura di Scorsese.

IL TRAILER DEL FILM

Cristina De Rose