Home Musica Festival di Sanremo, perché i Queen quell’anno cantarono in playback?

Festival di Sanremo, perché i Queen quell’anno cantarono in playback?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:17

Il Festival di Sanremo si porta con sé un’infinità di aneddoti e di episodi rimasti nella storia. Uno ha visto protagonisti i Queen e Freddie Mercury. Voi ve lo ricordate?

Queen e Freddie Mercury. Forse basterebbero anche solo e soltanto queste parole per entrare di diritto nella storia della musica. D’altronde si sta parlando di una band che ha fatto la storia e di un cantante che non può certo esser dimenticato. E, nella settimana del Festival di Sanremo, non può non esser ricordata la loro esibizione nella kermesse canora. Un’esibizione che, a suo modo, ancora oggi fa parlare e chiacchierare.

(Fonte Foto: Getty Images)

L’edizione è quella del 1984 e per parlarne dunque occorre fare un vero e proprio tuffo nel passato. Anche perché c’è un aneddoto e un aspetto che forse in pochi sanno e conoscono. Infatti pare che al cantante britannico sia stato imposto di cantare in playback. Ma è stato davvero così? Giusto entrare nel dettaglio e nello specifico per spiegare meglio che cos’è realmente successo. La curiosità, mai come in questo caso, non può non esser tantissima.

Sanremo 2022, l’imitazione di Achille Lauro fa il giro del web: il video

I Queen a Sanremo, l’esibizione dei Queen

È il 4 febbraio del  1984 quando la band è sbarcata sul palco dell’Ariston, portandosi dietro una serie di voci e di chiacchiericci, legati a un successo a dir poco planetario. E pare proprio che la Rai abbia imposto a Freddie Mercury di cantare in playback. Ma quali sono stati i motivi di questa scelta e di questa decisione che può esser definita particolare? Non vi è dubbio sul fatto che quell’occasione ormai sia rimasta incisa e scolpita nella memoria collettiva, tanto che molto spesso viene ricordata sui social, anche con ironia e sarcasmo.

Sembra che tutto sia stato dettato dal fatto che fosse necessario risparmiare sui microfoni, sui fonici e sul non pensare più di tanto a regolare volumi e strumenti a ogni cantante, visto che ognuno ha, come è normale che sia una vocalità e una tonalità differente. Soprattutto però la preoccupazione principale è stata quella di evitare stonature e brutte figure al festival canoro più famoso del Belpaese. La scelta però, con il senno di poi, si è rivelata pessima. Il risultato è stato una versione a dir poco registrata di Radio Ga Ga. Una versione che ha fatto pensare più a uno studio di registrazione che a un live.

Chi era Jim Hutton? Tutto sul compagno di Freddie Mercury

Playback a Sanremo, la reazione di Freddie Mercury

Ovviamente, inutile dirlo, il buon Freddie avrebbe voluto cantare dal vivo, vista la sua nomea e le sue capacità canore e artistiche, che gli hanno sempre permesso di essere impeccabile in qualsiasi contesto e in qualsiasi situazione. Molte ricostruzioni hanno parlato della sua furia, della sua rabbia e della sua delusione per quanto successo quella sera. Non a caso infatti Mercury, in segno di protesta, ha tenuto lontano da sé volutamente il microfono durante tutta l’esibizione. Un modo per far capire e per far notare il più possibile quanto fosse tutto finto e organizzato. Con nessuno che cantasse dal vivo.

Insomma, una vicenda e un episodio che ha, in un certo senso, messo a freno e ingabbiato uno dei più grandi talenti e una delle più belle voci della storia della musica. E quest’ultimo, a suo modo e con la sua forte personalità, ha messo tutto a nudo. Un qualcosa che, nonostante sia passati molti anni, non può certo essere dimenticato.