Home Personaggi MasterChef, la tragica fine di Alberto Naponi: lo ricordate?

MasterChef, la tragica fine di Alberto Naponi: lo ricordate?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:20

Vi ricordate di Alberto Naponi, uno dei concorrenti di MasterChef più amati di sempre? La sua tragica morte ha sconvolto tutti.

alberto naponi

Alberto Naponi abbiamo imparato a conoscerlo durante MasterChef 3, programma culinario che va in onda su Sky in cui ha avuto modo di mettersi in mostra a 70 anni circa, in cui ha iniziato una vera e propria “seconda vita” con alla base una grande passione per  la cucina ed il cibo.

Purtroppo qualche tempo fa il “nonno” più famoso della tv è venuto a mancare, un decesso che nessuno si sarebbe mai immaginato, una notizia che ha sconvolto tutti i suoi fan che lo hanno conosciuto  in tv e gli hanno voluto davvero bene, seppur a distanza.

Ecco qual è stata la causa del suo decesso, ma la sua scomparsa prematura ed improvvisa ancora oggi fa davvero  molto male. Un addio davvero tremendo e doloroso.

Alberto Naponi Masterchef morto: la causa del decesso

Alberto Naponi di MasterChef 3 è morto ormai qualche tempo fa, ma ve lo ricordate? La notizia era stata divulgata dai profili social ufficiali del noto show culinario dei cuochi amatoriali d’Italia che lo hanno voluto salutare.

Purtroppo non sono mai state rese note le cause della sua morte e che cosa lo ha portato via, tuttavia una cosa è certa: “Napo“, così veniva chiamato, con il diminutivo del suo cognome, è stato uno dei protagonisti assoluti di quell’edizione che è stata caratterizzata e ricordata per essere una delle più polemiche di sempre.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> MasterChef, ricordate Anna Martelli? Tragico epilogo

Le critiche ed il caos avevano funestato così tanto quell’edizione a tal punto da dover fare una vera e propria diretta apposita per annunciare a tutti il terzo MasterChef d’Italia.

La morte di Alberto Naponi, che era uno dei discendenti dei Baresi, che era conosciuta per essere una delle storiche famiglie di Cremona che avevano fondato uno storico negozio di biscotti (che producevano in laboratorio), è ancora oggi avvolta in questa sorta di mistero. 

Dopo la fine del programma aveva lavorato in alcuni locali e soprattutto aveva scritto una poesia diventata molto famosa: “La poesia è un risotto all’acciuga – Il mio viaggio nelle meraviglie della cucina e della vita.”