Home News Morto noto cantante per covid: era un sostenitore dei no-vax

Morto noto cantante per covid: era un sostenitore dei no-vax

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:07

E’ morto a causa del Coronavirus e a soli 40 anni un noto cantante che da tempo sosteneva il movimento dei no-vax, che si oppongono al vaccino obbligatorio.

candela
lutto (Adobe Stock)

Si è appresa purtroppo la notizia di una tragica scomparsa, ed è morto Marcus Birks a causa della coronavirus.

Purtroppo infatti questa pandemia si è diffusa in Italia e nel resto del mondo all’inizio del 2020 e ancora oggi continua a mietere diverse vittime.

Birks è morto davvero giovane, all’età di soli 40 anni, stroncato da questa terribile malattia per cui purtroppo ancora non esistono cure efficace al 100%.

Prima di aggravarsi l’uomo ha lasciato un messaggio importante, che ha voluto condividere pubblicamente.

Morto Marcus Birks, cantante dei The Chameleoz

È morto a soli 40 anni il cantante del duo The Chameleoz, Markus Birks. Certo è che il mondo della musica nel 2021 ha visto perdere diversi esponenti famosi. Era ad esempio venuto a mancare anche il leader degli Skid Row, Johnny Solinger.

Per quanto riguarda Birks, purtroppo per lui non c’è stato niente da fare ed è stato stroncato dal covid-19, che ha avuto la meglio su di lui nonostante la giovane età.

Da quando era iniziata a diffondersi la pandemia di coronavirus e in particolare dopo il rilascio dei vaccini che sono stati creati per cercare di ridurre l’impatto fatale della malattia sulla popolazione mondiale, Birks aveva sostenuto idee no-vax.

Solamente dopo aver contratto lui stesso questo brutto virus, Birks si è reso veramente conto di quanto la malattia fosse in realtà incredibilmente dura da combattere.

In un’intervista alla BBC aveva ammesso di essere stato un po’ ignorante per aver condiviso le idee no-vax.

L’uomo aveva anche sostenuto, come riportato dal Corriere.it, che non si pensa mai di potersi ammalare quando si è in salute.

Inoltre Birks aveva anche voluto condividere un messaggio importante, spiegando che la prima cosa che avrebbe voluto dire a tutta la famiglia e a chiunque in generale, era quella di farsi il vaccino.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE >>> Musica in lutto: muore un componente degli Everly Brothers

Aveva cambiato dunque completamente idea sul virus l’uomo, purtroppo però troppo tardi. A piangerlo adesso è rimasta la moglie Lis e quel loro bambino che insieme stavano aspettando e che nascerà tra pochi mesi.

Purtroppo il piccolo per colpa del maledetto covid 19, non potrà vedere e conoscere mai più il suo papà.