Home Storie Stefano Fresi, quella tragedia che stava per rovinargli la vita

Stefano Fresi, quella tragedia che stava per rovinargli la vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:57

Stefano Fresi, celebre volto nel mondo del cinema, ha ricordato quel tragico evento che poteva costargli caro. Capiamo cos’è successo all’attore. 

Stefano fresi

Stefano Fresi, un volto molto amato dal pubblico, tra i suoi riconoscimenti ricordiamo la candidatura ai David di Donatello per il film “Smetto Quando Voglio“. Oggi ci sorprenderà con la pellicola “Sconnessi“, in onda, questa sera in seconda serata su Canale 5. Con la regia di Christian Marazziti vede nel cast: Carolina Crescentini, Fabrizio Bentivoglio e Ricky Memphis. Nei panni di Palmiro Catenacci, Fresi, interpreta il ruolo del fratello bipolare di Margherita (Crescentini). A sorpresa l’uomo si fa trovare in questo chalet di montagna dove la famiglia della sorella si era recata per celebrare il compleanno del marito, quando all’improvviso vengono colti dalla mancanza di Internet. Cosa succederà? Stasera lo sapremo, ma ora addentriamoci nella vita privata di Fresi e capiamo cos’è successo in quel tragico giorno.

LEGGI ANCHE —> Cristiana Polegri moglie di Stefano Fresi: gli insulti sessisti per il suo lavoro

Stefano Fresi, salvo per miracolo: quel terribile incidente

figlio Stefano Fresi

L’attore mentre stava viaggiando in autostrada, direzione Roma, con l’amico e collega Alessandro Benvenuti, è stato colpito da un sasso lanciato dal cavalcavia. La pietra ha centrato il parabrezza distruggendolo e provocando la fuoriuscita di tantissime schegge che hanno colpito i due amici. Fortunatamente nonostante il tragico evento i due non hanno riportato ferite. Alla guida c’era Fresi che è riuscito a raggiungere la prima stazione di servizio e chiamare i soccorsi.

LEGGI ANCHE —> Lorenzo, figlio di Stefano Fresi: una famiglia d’artisti

I danni sono stati procurati solo alla macchina, l’attore ha tenuto a precisare come loro stanno bene e che non gli piace parlare di questo discorso perché significa dare solo adito alla pazzia di quei ragazzi. Conclude dicendo che purtroppo di queste persone è pieno il mondo e se capita di fare l’autostrada di notte, invita sempre a buttare un occhio sul cavalcavia e, se si intercettano movimenti strani, a chiamare subito la polizia. Una tragedia sfiorata per i due celebri attori.