Home Cinema Raoul Bova ingrassato tantissimo: il motivo è molto più serio del previsto

Raoul Bova ingrassato tantissimo: il motivo è molto più serio del previsto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00
CONDIVIDI

Raoul Bova ha confessato di aver preso circa 20 chili: che cos’è successo al bellissimo attore? Il motivo è drammatico.

Raoul Bova
Raoul Bova (Fonte: Getty Images)

Raoul Bova è tornato a brillare, una nuova serie e un esordio nel mondo dell’editoria. Sarà presto in tour per promuovere il suo libro, ma, intanto, confessa a Tv Sorrisi e Canzoni di esser ingrassato di 20 chili e le motivazioni sono tutt’altro che banali.

Negli ultimi tempi, due gravi lutti hanno colpito la vita dell’attore romano: suo padre è andato via nel gennaio 2018 e poco dopo, nel novembre 2019, è morta anche la madre.

Un dolore forte per un figlio, ritrovatosi a riformulare la sua esistenza senza la presenza dei genitori.

Ma a complicare il tutto è subentrata una crisi del lavoro che scarseggiava e la frattura al ginocchio.

L’immobilità, la mancanza di impegni e la metabolizzazione del lutto, lo hanno spinto in un malessere che si è riflettuto sul suo corpo, causandogli un importante aumento di peso.

Tuttavia, il sereno è tornato nella vita dell’attore e una nuova alba si rischiara: nell’intervista racconta del suo allenamento, si sveglia alle 5 per nuotare e subito dopo va a lavoro pieno di energie.

Un entusiasmo che ha stravolto anche le sue insicurezze e Raoul Bova ha risalito la china con successo, il suo nuovo lavoro? Un libro edito da Rizzoli, Le regole dell’acqua.

LEGGI ANCHE -> Raoul Bova e Rocio Munoz Morales, addio all’attore?

Raoul Bova ingrassato 20 chili: come ha fatto?

Raoul Bova Croce Rossa
Raoul Bova con la Croce Rossa

Raoul Bova racconta a Tv Sorrisi e Canzoni il dolore per la perdita dei genitori, la sua vita paralizzata per la rottura del ginocchio e troppo tempo per pensare.

Ma tutto ciò è stato necessario, l’attore romano è riuscito a realizzare il sogno di suo padre: scrivere un libro.

Non è un romanzo, afferma l’attore di Sotto il sole della Toscana, è, piuttosto, una lunga riflessione.

LEGGI ANCHE -> Raoul Bova, quella malattia gli ha cambiato la vita: il dramma dell’attore

Scrive da quando aveva 12 anni, quando il suo unico pensiero era il nuoto. Trascriveva i suoi allenamenti e le sue paure.

Sognava di morire, accoltellato o annegato: forse perché da piccolo stava affogando in mare o perché era solito fare lunghe passeggiate al cimitero con sua madre, questo afferma nelle prime pagine del libro.

Racconta del rapporto coi suoi genitori e di come ha imparato a essere sé stesso e non quello che vogliono gli altri.

Lascia dietro di sé 20 chili in più, ancora una volta il nuoto gli ha salvato la vita e ora vuole viverla più che mai.

L’importante ora è promuovere il libro, ci sono molti messaggi positivi contenuti al suo interno e Bova pensa di realizzarne anche un film, subito dopo l’uscita della serie tv a cui ha lavorato ultimamente: Buongiorno Mamma.

Non è tutto qui, Raoul Bova ci ha preso gusto e promette che questo non sarà l’unico libro che scriverà.