Home Cinema After Earth: Gli Smith insieme per uno sci-fi pieno di azione

After Earth: Gli Smith insieme per uno sci-fi pieno di azione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:24
CONDIVIDI

Torna questa sera su Rai4 la pellicola di fantascienza che vede Will Smith e suo figlio Jaden insieme sullo schermo per la seconda volta. 

After Earth
After Earth

Il film, diretto da M. Night Shyamalan esordì al cinema nel 2013 e si aggiudicò ben 6 candidature ai Razzie Award e vincendone 3 – i premi per i peggiori film/attori – ma nonostante tutto rimane un buon action da vedere per rilassarsi e liberare la mente dal peso della giornata. Il film sarà proposto, come anticipato, da Rai4 in seconda serata, a partire dalle ore 23.35

Leggi anche –> Tommaso Zorzi, dichiarazioni sconvolgenti: ha subito violenza da un ex

After Earth: trama e trailer del film

After Earth
After Earth

After Earth – Dopo la fine del mondo prende le mosse da un futuro in cui la razza umana vive costantemente in guerra contro una razza aliena di tipo animale, potente ma cieca, che fiuta la paura degli uomini e ne capisce la collocazione. Solo una classe di militari speciali, i cosiddetti ranger, sono in grado di combatterli perché addestrati ad annientare la paura e a non provarla del tutto.

Il figlio di uno di questi ranger – uno dei più noti stimati – si troverà in mezzo ad un atterraggio di fortuna, assieme allo stesso padre e ad un esemplare alieno, proprio sulla Terra, nel film da tempo disabitata. Lì il figlio (Jaden Smith) dovrà dimostrare a suo padre (Will Smith), impossibilitato a muoversi a causa dell’atterraggio di fortuna, di essere all’altezza di percorrere le orme del padre e diventare un Ranger.

Con After Earth Shyamalan non ha avuto paura di sfruttare dei meccanismi già utilizzati prima di allora – ci si riferisce in particolare al ben riuscito Pitch Black, dove la razza aliena era cieca ma sensibili ad altri aspetti e le condizioni di partenza erano le stesse – un atterraggio di fortuna. In molti lo hanno aspramente criticato per tutto il progetto, arrivando a dire che Shyamalan abbia sabotato il genere con qualcosa che non era assolutamente all’altezza. Anche solo per parole tanto forti, il film merita di essere visto e poi giudicato dal pubblico, che è l’unico vero giudice in casi come questi.

Leggi anche –> Carlotta Mantovan dopo Frizzi ritrova il sorriso: il merito è suo