Home Cinema Una 44 Magnum per l’ispettore Callaghan, il poliziesco con Clint Eastwood

Una 44 Magnum per l’ispettore Callaghan, il poliziesco con Clint Eastwood

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:30
CONDIVIDI

Se vi diciamo Clint Eastwood sicuramente penserete subito al biondo e al selvaggio west. Eppure anche Callaghan è un’autentica istituzione e senza Clint non sarebbe stato lo stesso.

ispettore callaghan

Harold Francis Callaghan o anche solo Harry per gli amici; solo che lo scorbutico Callaghan non ha amici e non è un caso se si è guadagnato la fama di Dirty Harry. Un uomo duro, figlio di una penna di tempi ancora più duri – il primo film, il caso scorpio è tuo, risale al 1971 – ma che ha affascinato spettatori di tutte le età. Lo sa bene anche il nostro pasticcione ispettore Coliandro, che lo ha preso come modello d’ispirazione. Questa sera, per i pochi che ancora non hanno avuto il piacere dell’incontro, torna su Iris in prima serata – ore 21.00 – con il secondo capitolo della saga a lui dedicata, Una 44 Magnum per l’ispettore Callaghan.

Leggi anche –> Buon compleanno Clint Eastwood, 10 curiosità per i suoi 90 anni

Una 44 Magnum per l’ispettore Callaghan, trama e clip

Clint Eastwood

Quattro poliziotti, freschi scuola e che prestano servizio come motociclisti nel corpo, sono tiratori scelti che hanno deciso di fare un po’ di pulizia per conto loro, convinti che il sistema sia troppo debole contro i criminali. A quel punto il loro vero nemico diventerà lo stesso che Callahan. L’ispettore infatti non manca di riconoscere i limiti del sistema giudiziario, ma ha comunque giurato di prestargli fede sempre e comunque.

Harry dovrà vedersela con la pseudo gang, che gli offrirà perfino di entrare nel loro giro. Inutile dire che l’ispettore entrerà nel mirino dei quattro e che tra corse rocambolesche e altr scene mozzafiato dovrà scampare ad ogni attentato alla sua vita; sempre all’ultimo secondo, come impone ogni poliziesco che si rispetti.

Tra esplosioni al cardiopalma e tensione alle stelle, una frase continua a ripetersi Harry più volte e che è entrata anche nel nostro immaginario: “Ogni uomo dovrebbe riconoscere i propri limiti”.

Leggi anche –> Clint Easwood contro l’aborto? Ecco dove girerà il suo nuovo film