Home Televisione John Hambrick Vite al limite, una scelta che fa discutere

John Hambrick Vite al limite, una scelta che fa discutere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:50
CONDIVIDI

Oggi torna e si rinnova l’appuntamento con ‘Vite al limite’. Tra i protagonisti ci sarà John Hambrick. Qual è la sua storia?

John Hambrick Vite al limiteick Vite al limite

Si rinnova nella serata di oggi l’appuntamento con ‘Vite al limite’. Il programma è senza alcun dubbio tra i più seguiti su Real Time, come dimostrano gli ascolti e il successo che ottiene. Non vi è alcun dubbio sul fatto che le storie dei pazienti alle prese con il problema dell’obesità appassionino il pubblico da casa. Ma chi saranno i protagonisti degli episodi in onda questa sera? Ci sono delle storie tutte da raccontare fino alla fine.

LEGGI ANCHE -> Teretha Hollis è morta? Cacciata da Vite al limite dal Dott. Nowzaradan

John Hambrick Vite al limite, quali sono le sue condizioni? Fa discutere una sua scelta

John Hambrick Vite al limite

Oggi a catturare l’attenzione dei telespettatori sarà John Hambrick. Va detto innanzitutto che il ragazzo ha vissuto dei problemi all’interno del programma. Tra l’altro il paziente si è affidato alle cure del dottor Nowzaradan in compagnia del fratello Lonnie. I due sono stati lontani per diversi anni a causa di alcune incomprensioni, legate all’omosessualità di Lonnie. Un coming out il suo che ha creato non pochi problemi in famiglia. ‘Vite al limite’ quindi per loro ha rappresentato un modo per riavvicinarsi.

LEGGI ANCHE -> Charly Pierce è morta? A Vite al limite un caso di alcolismo grave

John Hambrick ha deciso di prendere parte al programma all’età di 34 anni, quando il suo peso era di ben 311 kg. Al termine dei dodici mesi di cura dentro la clinica si Houston, è però riuscito a perdere ben 133 kg, riuscendo così a raggiungere il peso di 178 kg. Insomma, risultati molto importanti, anche se la strada per lui è ancora molto lunga. John comunque è quantomeno riuscito a riprendere in mano la sua vita. E questo non è certo un aspetto che si può sottovalutare.