Home Personaggi Giancarlo Giannini, addio: un dolore dal quale è impossibile rialzarsi

Giancarlo Giannini, addio: un dolore dal quale è impossibile rialzarsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:12
CONDIVIDI

Giancarlo Giannini ha dovuto fare i conti con un lutto tremendo che ha colpito la sua vita: un dramma dal quale non ci si riprende più.

giancarlo giannini
Giancarlo Giannini (Getty Images)

E’ stato un lutto davvero molto forte quello che purtroppo ha colpito ormai parecchi anni fa, nel 1987, Giancarlo Giannini e la sua prima moglie Livia Giampalmo. Come sappiamo, infatti, i due sono stati sposati per parecchi anni e dal loro grande amore sono nati due splendidi figli, ossia Lorenzo e Adriano Giannini.

Il primo è nato nel 1967 ma, purtroppo, nel 1987, è successo qualcosa di davvero drammatico che ha cambiato per sempre la storia e la vita della sua famiglia: il ragazzo, a soli 20 anni, è venuto a mancare a causa di un aneurisma.

Il dramma è stato davvero immenso ed ha colpito tutta la sua famiglia, quindi non solo il famoso attore ma anche la sua ormai ex moglie, la sua seconda compagna Eurilla Del Bono ed anche il fratello Adriano che, come sappiamo, diventerà un grandissimo attore tra i più talentuosi ed amati di tutta Italia.

LEGGI ANCHE -> Romina Power e Massimo Lopez, uniti nel dolore: ma cosa è successo?

Lorenzo figlio Giancarlo Giannini: la causa della sua morte

giancarlo giannini
Giancarlo Giannini (Getty Images)

Lorenzo Giannini, il primo figlio del grande Giancarlo Giannini, se ne è andato così, giovanissimo, a soli 20 anni, e questa gravissima perdita ha cambiato per sempre, necessariamente, tutta la vita della sua famiglia, delle persone a lui più care: l’aneurisma che lo ha colpito non gli ha lasciato scampo.

LEGGI ANCHE -> Shining, l’attrice protagonista sta male? Il tragico racconto

Il racconto tremendo di quei momenti, come ha dichiarato a Piu Donna, è un vuoto immenso da colmare

“Per molti la morte di un figlio mette in discussione l’esistenza stessa di Dio. Ti chiedi: perché lui e non me?”

Il dramma è stato difficile da sopportare e non ci si riprende mai del tutto. Un dolore con cui, purtroppo, bisogna fare i conti tutti i giorni.