Home Personaggi Fiorella Bonizzi moglie Fulvio Abbate: retroscena inaspettato sul loro matrimonio

Fiorella Bonizzi moglie Fulvio Abbate: retroscena inaspettato sul loro matrimonio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00
CONDIVIDI

Fiorella Bonizzi è la moglie di Fulvio Abbate con cui ha un legame forte e duraturo da tanti anni: ecco un retroscena sul loro matrimonio.

fulvio abbate gf vip
Fulvio Abbate (Instagram)

Fulvio Abbate è uno dei concorrenti del Grande Fratello Vip 2020 che quest’anno è entrato, un po’ inaspettatamente, all’interno della casa del reality condotto da Alfonso Signorini. In molti si chiedono chi sia sua moglie, Fiorella Bonizzi, dal momento che si hanno pochissime info a riguardo.

Una cosa, però, è certa: i due hanno una bellissima relazione, un bellissimo rapporto dalla quale è nata anche una figlia, Carla, che è l’amore grande della loro vita.

Ecco un retroscena che in pochissimi sapevano riguardo il loro matrimonio.

LEGGI ANCHE -> Carla figlia Fulvio Abbate, chi è? La sua migliore amica è famosissima

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Da dove arriva quel ciao ciao ciao ciao?

Un post condiviso da Fulvio Abbate (@fulvioabbate) in data:

Fiorella Bonizzi moglie Fulvio Abbate chi è? Un matrimonio particolare

Fulvio Abbate
Fulvio Abbate

In pochi lo sanno, ma Fiorella Bonizzi e Fulvio Abbate si sono sposati non in Italia bensì in Las Vegas, negli Stati Uniti: i due, infatti, hanno fatto un viaggio negli USA in cui hanno deciso di diventare marito e moglie.

LEGGI ANCHE -> Paolo Brosio contro Carmelo Abbate: contatto tra i due opinionisti

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Poesia

Un post condiviso da Fulvio Abbate (@fulvioabbate) in data:

Insomma, come abbiamo già avuto modo di vedere, al Gf Vip 2020 il noto opinionista, esperto di tv, scrittore e volto televisivo si è subito “posizionato” all’interno del gruppo di coinquilini come il più saggio, colui che riesce a leggere al meglio le dinamiche all’interno del programma, senza tuttavia esimersi dall’esprimere, come del resto è giusto che sia, la propria opinione.