Home Televisione Daniele Bossari sulla depressione: il racconto a Vieni Da Me

Daniele Bossari sulla depressione: il racconto a Vieni Da Me

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:35

Daniele Bossari ha parlato della sua depressione e della sua dipendenza dall’alcool a Vieni Da Me da Caterina Balivo: il racconto commovente.

daniele bossari depressione alcolismo
daniele bossari depressione alcolismo

Ecco il racconto di Daniele Bossari sulla sua depressione e la dipendenza dall’alcool. Lo ha fatto da Vieni Da Me da Caterina Balivo.

“Questa è una cosa che è difficile per me da spiegare perchè ogni volta devo rivivere quelle stesse sensazioni. E’ una cosa lenta che accade gradualmente e coinvolge più gente di quanto si possa immaginare. Me ne rendo conto solo adesso, presentando il mio libro. E’ tremendo perchè non ti fa vedere più niente, ti isola da tutto il resto del mondo.”

“La mia vita era perfetta ma avevo qualcosa di latente e che mi porterò sempre dietro. Quando la depressione diventa patologica e pericolosa. L’insicurezza di non poter piacere a tutti tra tv e radio ha iniziato ad incrinare in me la trasparenza in quello che ero e facevo. Così pian piano nell’arco di 6 anni è sfociata in una dimensione in cui non mi ritrovavo.”

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE >> Daniele Bossari, evento paranormale a Bali: cos’è successo?

Daniele Bossari, depressione ed alcolismo: il suo racconto a Vieni Da Me

daniele bossari mistero bali
daniele bossari mistero bali

Sull’alcolismo di Daniele Bossari:

“Il punto più basso è stato quando uscivo con questi cappotti enormi in cui nascondevo le bottiglie. Volevo andare via perchè non volevo dar fastidio più a nessuno. Ne parlo sempre con grandissima cautela perchè ci sono persone che si sono fermate lì e quindi prendo davvero con i guanti ed attendo alle parole che dico.”

Poi la risalita:

“Ho iniziato a pensare alle cose più belle che mi erano successe. Io dico alle persone che quando ci si trova in quella ragnatela è difficile accettare l’aiuto degli altri, che ci si salva da soli. Il primo passaggio deve avvenire in sé stessi, poi con l’aiuto di professionisti, familiari ed amici. Da quel momento sono stato meglio, raccogliendo le schegge che avevo disintegrato, frammenti di luce.”

L’aiuto arriva da sé stessi, ma anche dalla famiglia:

“Sono ripartito da mia moglie, da mia figlia, ho iniziato ad allenarmi, a correre. E’ stato un percorso di risalita più veloce della ricaduta.”

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE >> Daniele Bossari, evento paranormale a Bali: cos’è successo?