Home News Il Premio Solinas torna a La Maddalena con un progetto internazionale

Il Premio Solinas torna a La Maddalena con un progetto internazionale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:30

Entrerà nel vivo a Sassari dal 30 gennaio al 1° febbraio il “Cantiere delle storie”, progetto internazionale guidato dall’Università di Sassari e dal Premio Solinas, tra suggestioni cinematografiche ed elaborazioni di scenari architettonici. Attraverso un percorso di formazione articolato e internazionale, che per la prima volta metterà intorno allo stesso tavolo giovani studenti di architettura e cinematografia con sceneggiatori e architetti, il “Cantiere delle storie” proporrà idee progettuali per la realizzazione di un Centro di Alta formazione per il cinema e l’audiovisivo nell’arcipelago di La Maddalena. Il progetto porrà le basi per l’atteso ritorno del Premio Solinas a La Maddalena, terra di nascita dello sceneggiatore di fama internazionale Franco Solinas. Mercoledì 1° febbraio alle 10.30 nell’aula Magna dell’Università di Sassari si terrà la conferenza stampa.
I partner. Nell’ambito dell’ambizioso progetto, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, collaborano con l’Università di Sassari e il Premio Solinas le Università di Cagliari e Tor Vergata, CINEMED/Festival International du Cinéma Méditerranéen de Montpellier, l’Istituto italiano di Cultura di Madrid (Festival del Cinema italiano di Madrid) e il Comune di La Maddalena.
Grandi autori a Sassari il 30-31 gennaio e 1° febbraio. Il filone dedicato alla scrittura cinematografica creativa ha già vissuto importanti momenti nelle Università di Sassari, Cagliari e Tor Vergata con i laboratori guidati dai docenti di cinematografia dei tre atenei, Lucia Cardone, Antioco Floris, Giovanni Spagnoletti e tenuti da sceneggiatori di fama nazionale dal 19 al 26 gennaio. Tra i professionisti che guideranno le sessioni di sviluppo, si segnalano lo sceneggiatore Stefano Rulli (vincitore di 4 David di Donatello), le sceneggiatrici Gloria Malatesta (Mignon è partita, Verso sera, Raccontami), Silvia Napolitano (Giulia e Giulia, I bastardi di Pizzofalcone), Valentina Gaddi (Tutte lo vogliono; vincitrice del Premio Franco Solinas dello scorso anno), gli sceneggiatori Mimmo Rafele (La piovra 8, Paolo Borsellino), Roberto Scarpetti (Magic Island, Giochi d’estate), Marcello Olivieri (Il commissario Nardone), Salvatore De Mola (Il commissario Montalbano, Mio Cognato), Massimo Torre (Elvjs e Merilijn, Don Matteo), Teresa Cavina (Programming Director dell’Abu Dhabi Film Festival). Gli studenti di cinematografia selezionati dalle Università di Sassari, Cagliari e Tor Vergata avranno l’opportunità di seguire i lavori e di conoscere una fase del processo professionale di costruzione di un film. Una possibilità unica nel suo genere se si pensa che la carriera di Paolo Sorrentino è cominciata proprio nel 1999 al Premio Solinas con il film L’uomo in più. Grazie alla collaborazione con CINEMED Festival International du Cinéma Méditerranéen de Montpellier, parteciperanno al “Cantiere delle storie” due ospiti internazionali: la libanese Mounia Akl, selezionata per il Festival di Cannes 2016, e l’israeliana Or Sinai, vincitrice del premio Cinéfondation al Festival di Cannes 2016.