Home Cinema “Un disastro di ragazza” di Judd Apatow arriva in blu-ray

“Un disastro di ragazza” di Judd Apatow arriva in blu-ray

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30
CONDIVIDI

Un disastro di ragazza

Il Los Angeles Times l’ha definita “Emozionante e tremendamente divertente”.
Vista nelle sale cinematografiche italiane a settembre 2015, approda finalmente su supporto blu-ray – sotto il marchio Universal – Un disastro di ragazza, nuova esilarante commedia diretta da Judd Apatow, autore di 40 anni vergine e Funny people.
Con il noto giocatore di basket LeBron James incluso nel cast e un piccolo ruolo per il veterano Matthew”Ladyhawke”Broderick, oltre due ore di visione che vedono protagonista la stessa sceneggiatrice del film Amy Schumer, qui impegnata a concedere anima e corpo ad una giornalista che non ha mai creduto nella monogamia, preferendo continue avventure sotto le lenzuola senza farsi vincolare da noiosi legami fissi.
Almeno fino al giorno in cui si trova a dover scrivere un articolo riguardante il brillante dottor Aaron, interpretato dal Bill Hader di Star wars – Il risveglio della forza e nei confronti del quale, a quanto pare, comincia a provare qualcosa.
Quindi, tra conversazioni riguardanti il Johnny Depp preferito da portarsi a letto (!!!) consumate insieme ad una collega e la intramontabile Uptown girl di Billy Joel a fare da colonna sonora, non risulta assente neppure il romanticismo nel corso di una pellicola da ridere che, oltretutto, coinvolge il wrestler John Cena in divertente chiave sentimentale e destinato ad intraprendere uno scontro verbale con uno spettatore di colore al cinema.
Regalando soltanto uno dei momenti divertenti di un’operazione che, non priva di un omaggio a Manhattan di Woody Allen e dispensatrice di un grottesco film d’autore su un passeggiatore di cani interpretato dall’Harry Potter del grande schermo Daniel Radcliffe e dalla vincitrice del premio Oscar Marisa Tomei, annovera nel disco in alta definizione anche la bellezza di diciassette scene eliminate, dodici prolungate ed alternative e quasi redici minuti di papere sul set.
Insomma, di materiale per una serata rilassante dinanzi a televisore e lettore ve ne è in abbondanza…

Francesco Lomuscio