Home Senza categoria Cinema d’autore, in dvd: ‘Due soldi di speranza’ di Renato Castellani

Cinema d’autore, in dvd: ‘Due soldi di speranza’ di Renato Castellani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:30
CONDIVIDI

CINEMA D’AUTORE IN DVD DUE SOLDI DI SPERANZA –
Nazione:
Italia
Regia: Renato Castellani
Soggetto: Renato Castellani; Ettore Maria Margadonna 
Sceneggiatura:
Renato Castellani; Titina De Filippo
Musica: Alessandro Cicognini
Cast: Maria Fiore; Vincenzo Musolino; Filomena Russo; Luigi Astarita; Luigi Barone; Carmela Cirillo; Gina Mascetti
Durata:
94’

 

Valutazione   * * *  ½ / * * * *

 

 

Trama
Antonio è appena tornato dal servizio militare nel suo paesino vicino Napoli. Affronterà le difficoltà di mantenere la sua famiglia e i problemi che gli darà la ragazza Carmela.

 

 

Recensione
Capitolo conclusivo della trilogia della povera gente, dopo Sotto il sole di Roma ed E’ Primavera! Renato Castellani gira quello che può essere considerato il suo capolavoro. Criticato aspramente dalla critica perché considerato come l’apertura di quel fenomeno chiamato Neorealismo Rosa, è un film senza grandi pretese che però arriva dritto al cuore. Guido Aristarco, nonostante sembrasse attratto da esso, diceva che ne mancava uno scavo critico e che era forse permeato da un’ideologia troppo consolatoria; al contrario Alberto Moravia lo riempiva di elogi ammettendo che il Neorealismo non poteva che trasformarsi nella Commedia e che era stato fatto un recupero intelligente della tradizione teatrale del ‘700 Italiana e non. Alberto e Carmela sembra infatti due giovani Romeo e Giuglietta come dice Mereghetti, non a caso Castellani vi ci si dedicherà più tardi, ed entrambi dimostrano nella giovinezza la freschezza che hanno da donare. La voglia di Antonio e l’impegno che mette nel lavoro sono poi frutto di un vero interesse per quello che riguarda il mondo giovanile italiano ormai uscito dalla guerra.
Di interessantissimo profilo è poi l’operazione linguistica di Castellani effettuata sotto l’attenta ala protettrice della napoletana D.O.C. Titina De Filippo.
Una scorribanda di elogi senza dimenticare che al momento delle riprese Maria Fiore/ Carmela aveva solo 15 anni e ha tutta la nostra stima per il carisma messo davanti la macchina da presa.

Matteo Fantozzi