Home Musica Sanremo 2023: ecco come acquistare i biglietti per vivere il sogno dell’Ariston

Sanremo 2023: ecco come acquistare i biglietti per vivere il sogno dell’Ariston

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:36

Lo sai davvero quanto costa assistere a Sanremo dal vivo e come acquistare i biglietti dell’Ariston?

“Sanremo è Sanremo” cita un indimenticabile slogan della Rai, riguardo all’intramontabile Festival canoro numero uno del Bel Paese che, ti piaccia o no, tiene incollati milioni e milioni di italiani alla tv.

Che tu sia o meno un “sanremese sfegatato”, conta poco. In quei giorni di inizio febbraio verrai trascinato, gioco forza, dalla “brezza ligure” che si respira in ogni casa d’Italia. Programmi consueti che verranno rinviati o spostati per evitare controproducenti concorrenze. E inoltre quotidiani, riviste patinate, programmi tv mattutini, pomeridiani e notturni, nonché talk alla radio non faranno che parlare d’altro.

Gli youtuber più celebri ci montano ironia ad hoc, ma in fondo sanno bene che Sanremo resta un solido argomento, in qualunque modo se ne parli, per realizzare una o più puntate ad effetto.

Assistere dal vivo ad almeno una serata del teatro Ariston, gustandosi, de visu, star vecchie e nuove del panorama canoro di casa nostra, e perché no anche artisti stranieri di un certo calibro, che ormai nella Città dei Fiori sono di casa.

Un sogno per pochi, non per tutti. Gli appassionati di musica leggera, i cultori dei grandi spettacoli, ma in fondo anche gli amanti delle grandi tradizioni di casa nostra in termini di eventi culturali, non potranno farne a meno.

Sanremo 2023: invariati i prezzi rispetto alla precedente edizione, eccoli

Quest’anno ci gusteremo, per la maggior parte di noi dalle tv di casa nostra, il solito aplomb istituzionale, stile Rai, di Amadeus, accompagnato dalla verve di un Gianni Morandi che è sempre green, e che piace ad almeno tre generazioni di italiani per la sua costante capacitò di reinventarsi.

Veniamo adesso ai prezzi, comunicati di recente sul web dalla Rai tv, e acquistabili on line, compilando la scheda al link https://sanremo2023.aristonsanremo.com.

Prezzi, lo dicevamo all’inizio, invariati rispetto alla precedente edizione, che però, viste anche le delicate contingenze economico-finanziarie del nostro Paese, non sono certo alla portata di tutti. E bisogna anche affrettarsi: nonostante i tanti posti d’onore riservati e le centinaia di accrediti stampa che arriveranno all’ufficio comunicazione,  non è detto che sia fortunato e faccia in tempo ad acquistare se ti sei deciso all’ultimo momento di regalare alla tua famiglia una due giorni davvero fuori dal comune.

Le opzioni di acquisto variano dagli abbonamenti per tutte le serate, sia in platea che in galleria, con prezzi ovviamente diversi, fino alla possibilità di acquisto di biglietti singoli.

Sanremo, inoltre, guarda sempre al sociale, riservando alcune decine di posti gratuiti, previa prenotazione, cominciata ufficialmente il 16 gennaio scorso alle ore 14.00, per i disabili motori.

Gli abbonamenti oscillano dai 1290 euro in platea, per cinque giorni di fila, massimo per due persone, scendendo ai 672 euro in galleria. La media, nel secondo caso, è di poco più di 100 euro a serata, se ci pensi bene, in fondo, il costo di un concerto dal vivo di quelli importanti.

Te ne staresti seduto al tuo posto, sulla tua poltroncina riservata, nella speranza di godere di una buona visuale e potrai assistere ad ore di buona intramontabile musica dal vivo. Non è forse meraviglioso il solo pensarci?

Nel teatro dove hanno cantato i più grandi, dove i presentatori che hanno fatto la storia della nostra tv non sono mai mancati, potresti esserci anche tu. E poi, il mix tra artisti che hanno fatto la storia e nuovi talenti sarà come sempre ben assortito.

Non dimenticare, però, che a meno che tu non abbia la fortuna di avere una cara zia materna che vive nei dintorni di Sanremo, per quei giorni gli alberghi della Città dei Fiori alzeranno i prezzi a livello esponenziale, e trovare un posto libero per pernottare potrebbe essere davvero complicato oltre che super costoso.

Ma in fondo sognare non costa nulla vero? Perché Sanremo è Sanremo!