Home Cinema Set maledetti, sono morte 62 persone: una tragedia senza precedenti

Set maledetti, sono morte 62 persone: una tragedia senza precedenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:01

Si sono verificate delle autentiche tragedie durante la produzione di film. Set maledetti che hanno portato via 62 persone. Le tragedie hanno segnato tutti.

La storia del cinema è contornata da produzioni che hanno lasciato il segno. La settima arte, nel corso del tempo, ha conquistato sempre più persone con contenuti davvero magnifici. In certi casi, però, durante la produzione di un prodotto le cose non sono andate per il verso giusto. Innescando delle vere e proprio tragedie che hanno segnato tutti. Non solo i presenti al film ma anche gli affezionati.

incendio set
Fonte Foto Adobe

La storia del cinema non si intreccia con la meraviglia che è riuscita a fornire nel corso del tempo ma anche alla tragedia. Cosa che ha portato a parlare sempre più di set maledetti. Posti in cui è avvenuto qualcosa che nessuno mai si sarebbe mai aspettato. Anche perché, come possiamo immaginare, i set dovrebbero rappresentare un posto sicuro. Invece, per molti protagonisti non è stato affatto così. Vedendo finire inevitabilmente la propria vita.

Come detto, sono stati tantissimi gli episodi che viaggiano in questa direzione. Incidenti sul set che hanno portato 5 attori a morire in circostanze drammatiche. Nel nostro caso, invece, a perdere la vita sono state 62 persone. Un set che è diventato maledetto per la dinamica che ha portato a questa immane tragedia.

Set maledetti, il caso The Sword of Tipu Sultan: morirono 62 persone

Il caso della serie televisiva indiana “The Sword of Tipu Sultan” ha segnato davvero tutti. In quel caso furono 62 persone ad essere colpiti in maniera fatale. La notizia fece rapidamente il giro del modo vista l’entità di una tragedia tutt’altro che prevedibile. La tragedia si verificò proprio sul set nel 1989 e ancora oggi è ricordata in maniera decisamente limpida.

Il set maledetto di “The Sword of Tipu Sultan” vide intrappolate 62 persone che persero la vita a seguito di un incendio. Questo colpì in maniera fortissima lo studio cinematografico dove, appunto, venivano svolte le riprese. Uno dei pochi superstiti fu il regista Sanjay Khan. L’esperienza di Khan fu terribile perché rimase 13 mesi in ospedale e dovette sottoporsi a 72 interventi per curare le ustioni. Inoltre, Khan ha anche interpretato il ruolo principale di Tipu Sultan.

Nonostante l’immane tragedia, la pellicola vide la luce. Venne trasmessa per la prima volta su DD National nel febbraio del 1990. Inoltre il prodotto fu davvero molto atteso dato che si ispirava al romanzo scritto da Bhagwan Gidwani. L’episodio che però ha più segnato tale produzione resta la tragedia descritta in precedenza. Su quella ci furono varie polemiche dato che si trattò di qualcosa che nessuno si sarebbe mai aspettato. Molti, a tal proposito, puntarono il mirino su un set non proprio sicuro.