Home Televisione Roberto Da Crema spiazza, quel retroscena mai svelato prima

Roberto Da Crema spiazza, quel retroscena mai svelato prima

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:55

Roberto Da Crema lo svela soltanto adesso, il volto noto delle televendite racconta un particolare retroscena e lascia di stucco.

Resta ancora oggi uno dei volti più conosciuti del piccolo schermo per via delle tante televendite che negli anni gli hanno regalato il grande successo, specialmente quelle andate in onda tra gli anni Ottanta e Novanta. Il suo soprannome era Baffo e il motivo era legato al suo evidente aspetto fisico o meglio a quello della sua faccia e dei suoi inseparabili baffi che ancora oggi non lo abbandonano.

Roberto Da Crema
screen tv

Eppure oggi finisce al centro dell’attenzione non per qualcosa che riguarda il suo passato ma per un retroscena davvero incredibile legato al suo passato televisivo e ad un particolare che forse fino ad ora non aveva mai raccontato.

Entriamo quindi nel vivo della questione e cerchiamo di capire quale sia il particolare cosi clamoroso, di mezzo anche un conduttore molto noto della televisione italiana.

Roberto Da Crema: “Vendevo più di Mie Bongiorno”

Roberto Da Crema non ha certamente bisogno di presentazioni, anche il pubblico dei giovanissima avrà avuto l’occasione di vedere una delle sue televendite fatte in televisione che lo hanno reso un volto davvero immortale.

Eppure quello che almeno fino ad ora nessuno sapeva è il retroscena che lui stesso ha raccontato nella sua intervista per il Corriere della Sera: “Vendevo più di Mike Bongiorno, per non dirlo in giro mi diedero un pacchetto di 12 televendite in una bella fascia, che valeva 400 milioni di vecchie lire” ha svelato lasciando tutto di stucco e rivelando anche un particolare che forse nessuno si sarebbe mai aspettato di leggere, considerando anche il successo di cui il conduttore da lui citato portava avanti proprio in quegli anni.

E ancora: “Da me comprarono pure Ezio Greggio e Loredana Bertè, che da me ordinava le pentole, Sandra Mondaini e Raimondo Vianello presero i giubbotti in ecopelle con la striscia di lana al centro per i loro filippini”.

Un successo davvero clamoroso che lo ha portato sul tetto del mondo e che gli ha permesso anche di venire premiato con l’Oscar delle Televendite, un riconoscimento a livello internazionale a cui forse non molti dei suoi colleghi sono riusciti ad arrivare. La sua vita oggi è decisamente molto diversa da allora ma una cosa è certa, il successo di quegli anni è qualcosa che nessuno potrà mai cancellare in nessun modo.