Home Personaggi Qui è una bambina, oggi una bellissima attrice: la riconoscete?

Qui è una bambina, oggi una bellissima attrice: la riconoscete?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:23

Qui era una bambina che sorride. Un sorriso che la contraddistingue ancora adesso. L’avete riconosciuta? Oggi è una bellissima attrice.

La bambina che vedete in foto ha segnato, in qualche modo, l’ambito dello spettacolo italiano. Il sorriso è sicuramente riconoscibile ancora oggi. Lei è Natasha Stepanenko. Un’interprete che ha colpito per la sua professionalità e per la sua bellezza. Anche se, come da lei stesso raccontato, ha avuto un’infanzia non proprio semplice.

Natasha Stefanenko, bambina
Instagram

Il mondo dello spettacolo italiano ha visto tante protagoniste affacciarsi in questo ambito. Solo alcune, però, hanno avuto la capacità di lasciare un segno davvero importante. Sicuramente Natasha Stefanenko è riuscita nel suo intento. Ancora oggi, infatti, è molto amata e seguita sui social. La sua ultima esperienza a Pechino Express ha mostrato, ancora una volta, come mai sia così tanto amata.

Lei è sicuramente un simbolo della televisione italiana. Sui social, l’attrice dedica molto spazio al suo privato e ai suoi ricordi. Alcune settimane fa, infatti, Natasha Stefanenko ha ricordato una persona speciale. Ancora oggi, a distanza di anni, senza la sua mancanza. In questo caso, invece, oltre a postare una dolce foto da bambina ha raccontato il posto in cui è nata. Un luogo davvero impossibile da dimenticare.

Natasha Stefanenko, il posto in cui è cresciuta: una storia particolare

L’attrice ha voluto condividere un suo lato del passato. Non solo attraverso una foto in cui la si vede sorridente ma anche tramite un racconto. La Stefanenko, infatti, sottolinea che rivedendo la foto vede una bambina molto felice. Nonostante essa sia nata in una città che, all’epoca, era segreta. Alle mappe del mondo, infatti, non esisteva e non aveva un nome. Per identificarla, infatti, si usava un numero: 45.

Sverdlovsk-45, svela la Stefanenko, era circondata da barriere composte da muri, reti e filo spinato. Di giorno e di notte c’erano guardie armate a sorvegliare tutti. Agli stranieri, invece, non era proibito entrare. Regola che valeva anche per i sovietici non residenti. Loro dovevano, per entrare, ottenere dei permessi speciali. Che, però, come racconta l’attrice erano impossibili da ottenere.

Mentre chi era del posto, aveva un pass che gli consentiva di entrare e uscire. A tal proposito, la Stefanenko afferma di non aver mai visto tale pratica come un peso. Questo perché credeva che in tutto il mondo funzionasse così. Il suo racconto si chiude con un ringraziamento speciale che si lega alla sua famiglia. L’attrice ringrazia sua madre e suo padre perché loro le hanno dato la giusta serenità. Infatti, Natasha Stefanenko si definisce orgogliosa di essere la loro figlia.

Un racconto che, come possiamo intuire, ha emozionato i suoi fan. L’attrice ha svelato un altro particolare della sua infanzia. Come detto, però, non è nuova a delle particolare confessioni. Qualche settimana fa, in un’intervista tv, Natasha Stefanenko ha ammesso il suo dolore. Un momento non facile per lei.

Natasha Stefanenko, infanzia
Instagram e Ansa Foto